Una terra di confine, con l'Antica Albintimilium, il teatro romano e il museo archeologico più prestigioso della Liguria

C'è stata una strada voluta dall'Imperatore Augusto, di importanza cruciale perché collegava la Pianura del Nord al confine di Ventimiglia e così la Gallia con Roma. Si chiamò Via Julia Augusta e oggi, persa tra i boschi e i sentieri, è percorribile a tratti tra Albenga e Alassio, dove rimangono tracce del selciato antico, e nel finalese.

Lungo questa Via crebbero molte città romane e Ventimiglia fu sicuramente la più influente tra queste. Fedele nei secoli a Roma, fu un centro di potere e grande sviluppo.

A Ventimiglia si ha possibilità di visitare il museo G. Rossi, nel cuore del sito archeologico, il più prestigioso e completo museo archeologico della Liguria.

Sviluppato su oltre 1.200 metri quadrati offre ai visitatori l'esposizione dei tesori dell'antica Albintimilium. Vicino al museo, le imponenti rovine del Teatro Romano. Poteva accogliere duemila posti a sedere con un massimo di 5000 spettatori, che assistevano a spettacoli principalmente di commedie, danze e mimi.