Giardino esotico Pallanca, a Bordighera tra cactus e voglia di mare

Chissà quante ne ha viste la copiapoa cilena, che occhieggia tra gli altri cactus del giardino esotico Pallanca? Con tre secoli di vita, questo splendido esemplare non è solo il più antico del giardino, ma anche uno dei più vecchi cactus esistenti al mondo. Oggi è una delle tante attrazioni della bellissima oasi verde di Bordighera, creata come un ripido pendio roccioso a picco sul mare, con i terrazzamenti dai tipici muri a secco popolati da splendide piante esotiche.
Qui sono ospitate oltre 3.200 tipi di piante, tra cui la più importante e preziosa collezione di cactus d'Italia. Questo giardino, che si può definire un monumento naturalistico, è un luogo suggestivo per curiosi e per appassionati del settore.

Da qualche anno nel giardino si coltiva anche l’aloe, pianta sudamericana dalle proprietà curative, confermate anche dalla sperimentazione scientifica. La storia dei giardini Pallanca è fortemente legata alla personalità di Ludwig Winter, paesaggista, botanico ed agronomo. Al suo fianco rimase per molti anni Giacomo Pallanca, che abbandonò la tradizionale coltivazione delle olive e decise di dedicarsi con passione alla coltura delle piante esotiche e tropicali.

Per maggiori informazioni: Giardino Pallanca.it