Siete pronti a godervi la Primavera? Ecco qualche consiglio sui luoghi da non perdere in Liguria

La stagione più attesa dell'anno: la primavera.  In Liguria la primavera arriva prima e più bella: già a metà febbraio l'annunciano le mimose, poi marzo e aprile regalano peschi e ciliegi in fiore e a maggio sui monti c'è un tripudio di narcisi. Nei borghi, sui monti o in riva al mare le giornate si allungano, le temperature e la luce aumentano. Arriva uno dei momenti migliori per godersi la Liguria. Ecco qualche idea da ponente a levante!

1. Le fioriture ai Giardini Hanbury

I Giardini Hanbury, fondati nel 1867 da sir Thomas Hanbury, sono oltre 18 ettari di incommensurabile bellezza che si trovano sul promontorio della Mortola, a Ventimiglia. Un paradiso di fiori e di piante, con un microclima unico che a primavera esplode di colori: dal bianco della Rosa Levigata originaria della Cina al carminio della Salvia Cinnabarina del Messico fino al blu dell'Echium.
Per maggiori informazioni: www.giardinihanbury.com
GIardini Hanbury

2. Pista ciclabile del Parco Costiero della Riviera dei Fiori

Il tracciato della pista ciclabile del Parco Costiero della Riviera dei Fiori
si sviluppa per 24 km partendo da San Lorenzo al Mare e arrivando fino a Ospedaletti, passando per Santo Stefano al Mare, Riva Ligure, Arma di Taggia, Bussana e Sanremo, in un tripudio di colori, fiori e profumi primaverili ed estivi. Sul percorso numerose aree sosta per pic nic e bar attrezzati. Per lo sport, per il divertimento ma molti la usano anche per gli spostamenti di ogni giorno.
pista ciclabile del Parco Costiero della Riviera dei Fiori

3. Cervo, un borgo da selfie

Fotogenico e scenografico, il borgo di Cervo è un magico balcone sul Mediterraneo. Ogni inquadratura gli dà risalto: la piazzetta della chiesa dei Corallini, vero gioiello del barocco ligure, i giochi d’ombra tra i vicoli stretti, gli alti archi, i saliscendi mozzafiato, i fiori e gli ulivi sullo sfondo. Godetevi l'atmosfera di Cervo: archi di pietra, gatti sornioni, scorci di mare, panni stesi al vento. Resterete sorpresi dai quadretti di Liguria!
i vicoli di Cervo

4. Casa Jorn

La casa che l'artista danese Asger Jorn, fondatore del gruppo Cobra, acquistò sulla collina di Albissola Marina riflette la sua concezione dell'arte: un insieme organico di spazio, forme, colori spontanei, liberi e vivaci in grado di migliorare la vita delle persone e della comunità, nel rispetto della natura, degli animali, dei bambini.
Ogni opera d’arte o di decorazione all’interno e all’esterno della casa è stata decisa da Jorn. Agli angoli del giardino, sui muretti, e all’esterno delle porte Jorn fissò sculture antropomorfe e rilievi in funzione apotropaica: per proteggere la casa ed armonizzare le energie della natura con quelle umane. Alla sua morte fu donata al Comune di Albissola Marina. Visitabile con le modalità sul sito.
Casa Jorn, Albissola Marina

5. Le due Albisole

Due cittadine sul mare unite da una grande passione: l’arte della ceramica. Albissola Marina e Albisola Superiore si differenziano per una “s”, forse un errore di trascrizione del ‘500, ma fra loro un legame fortissimo: quello dell’arte. Da secoli questo territorio è la terra della ceramica e i policromi capolavori albisolesi sono apprezzati in tutto il mondo.La primavera è un ottimo momento per approfittarne!
Albisola Marina

6. Innamorarsi di Verezzi

Un borgo di cui innamorarsi a prima vista, Verezzi, sulle alture nei pressi di Finale Ligure.
Si narra che i pirati saraceni per primi si innamorarono di questo paesaggio e abbandonarono i loro traffici per ritirarsi a vivere qui. Così si spiega l’origine saracena di uno dei Borghi più belli d’Italia, e, sicuramente, della Liguria

Entrerete in un borgo silenzioso, dove non transitano auto per le vie lastricate in pietra, che sembra scavato nella roccia con le sue creuze, vecchie mulattiere che portavano i carri fino al mare dalle valli circostanti.

Le case si distinguono soprattutto per i loro tetti a terrazza, con una struttura urbanistica medioevale ma di chiara influenza araba. Meritano la visita le Grotte di Borgio Verezzi, un interessante percorso guidato tra stalattiti, stalagmiti e laghetti.

le vie di Verezzi

7. Castelvecchio di Rocca Barbena

Abbarbicato sulla montagna a 1100 metri di altitudine, Castelvecchio di Rocca Barbena, borgo medievale Bandiera arancione e tra i Borghi più belli d’Italia, affascina con i suoi percorsi labirintici. La sua struttura è quella di un borgo mediterraneo, che presenta suggestivi aspetti medievali con le sue case fortificate. L'atmosfera è quella del borgo senza tempo, con le case in pietra che si aggrappano al castello, la Piazza del Castello e il singolare cimitero a forma di cuore.
Castelvecchio di Rocca Barbena

8. Villa Principe a Genova

Storica residenza di Andrea Doria, Villa del Principe è il fiore all’occhiello del Cinquecento genovese. Dall’ampio giardino all’italiana agli ambienti interni impreziositi da splendidi affreschi, la Villa è un autentico gioiello di arte e storia a pochi passi dalle vie del centro. Il giardino ospita la fontana del Tritone e la grotta Doria, una misteriosa grotta artificiale realizzata dal perugino Galeazzo Alessi nel 1545.

Villa del Principe

9. Villa Pallavicini di Pegli

Villa Pallavicini di Genova Pegli, eletta tra i luoghi del cuore FAI in Liguria: una cornice unica e suggestiva tra giardini botanici, ruscelli, laghetti romantici, cascate, piante rare, piccole strutture architettoniche, scorci visivi e inganni scenografici con un percorso che vi sembrerà un Eden.
Si sviluppa su 8 ettari di collina ed è strutturata su un racconto teatrale a sfumature esoterico-massoniche che rendono la visita una esperienza storico-culturale, paesaggistico-botanica ma anche meditativo-filosofica. Verificare l'apertura sul sito o pagina facebook.
Villa Durazzo Pallavicini

10. La fioritura dei Narcisi sull'Antola

La meravigliosa fioritura bianca dei narcisi è un spettacolo che si ripete ogni anno lungo il crinale di Costa del Fresco fino all'altopiano di Pian della Cavalla, nel Parco dell’Antola. Un magico spettacolo, un bianco tappeto di odori e di colori nell’aria pulita della montagna, tra 1200 e 1500 m di altitudine.

Seguite sul sito del Parco Antola gli eventi legati alla fioritura

Fioritura di narcisi nel Parco Antola

11. Portofino

A Portofino e nel suo fantastico parco, spesso si sta già in t-shirt a marzo.
Nel parco di Portofino la primavera è il momento giusto per immergersi in una natura fantastica, tra scogliere a picco sul mare, antiche abbazie, promontori preistorici e luoghi dove la bellezza spunta come i fiori ad ogni passo.

Parco di Portofino

12. Varese Ligure, nella vallata del biologico

L'Alta Val di Vara, cuore verde dello Spezzino, merita una visita in primavera: la valle  ha ottenuto il marchio di vallata del biologico, tra le prime in Italia a capire il valore della natura e della genuinità. L’illuminazione pubblica delle strade di Varese Ligure è alimentata con energia eolica nello spirito verde della vallata per una gestione eco-sostenibile del territorio, molti prodotti hanno ottenuto la certificazione con marchio biologico.
Inevitabile per chi va a caccia di sapori genuini, fermarsi per visitare uno dei centri storici più antichi e meglio conservati dello Spezzino. Da vedere il Borgo Rotondo, antico sistema di difesa medioevale.
Varese Ligure, il borgo rotondo

13. Framura

Natura selvaggia che sa di sale e di mirto, Framura è un luogo in cui rupi e calette sono una medicina contro lo stress. Col suo territorio scosceso che scivola in mare donando panorami fantastici è un luogo magico. Il suo insieme di piccoli agglomerati di case conserva il fascino di epoche passate, mentre il minuscolo porticciolo è da qualche tempo splendido capolinea della pista ciclabile che parte da Levanto e arriva sin qui.
Framura

14. Manarola

Manarola sembra la prua di una nave ancora in rada, ma in procinto di riprendere il mare. Delle Cinque Terre è la più poetica, forse perché, insieme a Riomaggiore, è una delle tappe della famosa Via dell’Amore. È un romantico borgo arroccato su uno scosceso promontorio di roccia scura, con il suo piccolo porto racchiuso tra due speroni rocciosi, con le case-torre colorate scendono a gradoni verso il mare. Manarola è un borgo da scoprire in tutte le stagioni.
Manarola

15. Porto Venere

Porto Venere, che da villaggio di pescatori si trasformò in roccaforte sul mare, deve il suo nome al tempio di Venere che si trovava nel luogo in cui sorge la romantica ed bellissima chiesa di San Pietro, sul punto più estremo del promontorio. Porto Venere è un borgo di mare della Riviera di Levante con un fascino tutto suo, uno dei luoghi più belli e più fotografati della Liguria e del mondo. Insieme alle tre isole dell'arcipelago (Palmaria, Tino e Tinetto) e alle Cinque Terre è stato nominato Patrimonio Unesco
Porto Venere
Tags: