Un entroterra ricco di storia. La quiete di borghi antichi. Sapori e profumi da scoprire. La provincia di Genova nasconde perle di bellezza rara, tradizioni secolari, gusti unici. Dal genovesato al Tigullio, al Golfo Paradiso: ecco la mappa del tesoro!

Nel ponente genovese, subito alle spalle di Genova Voltri, il Santuario dell'Acquasanta, oltre che luogo di fede e devozione, è snodo importante per la rete sentieristica oltre che centro di benessere con le Terme e di interesse culturale con il Museo della Carta.
Outdoor e wellness all'Acquasanta

Sul versante di Ponente, il Comune di Mele, rappresenta un punto nodale dei sentieri della rete escursionistica ligure che collegano le aree agricole delle Giutte, la valle del Rio Martino, lungo i quali si raggiunge l’antico borgo dell’Acquasanta dove si trova un famoso Santuario, luogo di culto precedente al 1400- Lì convergono, per gli amanti dell’outdoor, i percorsi dell’ALRA VIA DEI MONTI LIGURI (www.altaviamontiliguri.it) e Sentiero Liguria (www.beactive.liguria.it) (Tel.: 010.638020 - www.acquasantaonline.it/santuario - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Acquasanta è un rinomato centro termale dalle acque un tempo considerate miracolose, oggi centro benesse e spa (www.termedigenova.it  - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - Tel. 010 638178, +39 010 6389033).

Molto interessante dal punto di vista culturale é il Museo della carta, preziosa testimonianza di un’arte legata alla storia genovese. Per tutto il Cinquecento infatti  la carta utilizata in Europa era italiana, e le zone di Voltri e Mele, bagnate dal torrente Leira, erano molto famose per le particolari caratteristiche della carta prodotta, difficilmente attaccabile da insetti, quindi preziosa per le cancellerie delle case reali di Spagna, Portogallo e Inghilterra (Museo della Carta, via Acquasanta 251, Mele (Genova), www.museocartamele.it  - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - Cell. 3471679042).

Partendo da Chiavari, il tour delle Terre di Castelli Fieschi e Spinola prevede un itinerario di due giorni che parte dalla Basilica dei Fieschi, all'Abbazia di Borzone, fino al Castello di S. Stefano d'Aveto, con visite guidate, degustazioni ed eventi delle terre dei Fieschi e Spinola ideali che collegano la costa genovese di levante con il suo entroterra sono numerosi, percorsi che da Chiavari, da Lavagna, da San Salvatore di Cogorno, antico borgo fliscano, attraverso diverse tappe, si estendono sino al Castello di Isola del Cantone nel cuore dei Feudi Imperiali della Famiglia Spinola. Sono stati individuati 5 itinerari.

Per info Consorzio Ospitalità Diffusa "Una Montagna di Accoglienza nel Parco" c/o Parco dell'Aveto - via Vittorio Veneto 13 - 16041 Borzonasca (Ge) cell. 334 61 17 354 - FAX 0185 343 020 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

1. Il Tigullio, le terre dei Fieschi e l’enogastronomia

Il territorio offre numerose esperienze accessibili non solo agli esperti amanti dell’outdoor e del trekking, ma anche alle famiglie, costruiti sulla base delle diverse esigenze. Si tratta anche di short stay culturali, personalizzabili, di escursioni a piedi e in bici che si snodano attraverso i piccoli borghi della costa e dell’entroterra genovese, con scorci unici sul mare alla ricerca della storia della Famiglia dei Fieschi oppure di visite in battello.

Gli itinerari delle Terre dei Fiesci iniziano nel territorio di Chiavari, di Lavagna, di San Salvatore di Cogorno che presenta uno dei borghi medievali di maggior rilievo e meglio conservati della Liguria, dove si trova la splendida Basilica dei Fieschi, e possono estendendersi sino alle Valli Graveglia e di Vara, proponendo degustazioni di piatti e prodotti tipici locali, unitamente alla visita a monumenti e luoghi di culto, a botteghe di artigiani, ad aziende vitivinicole con guide turistiche esperte (https://www.primetimeviaggi.com) e cantine uniche che stanno valorizzando i prodotti del territorio.

Per approfondire e conoscere il territorio del Tigullio: è consigliata la visita con degustazioni ad una vigna molto suggestiva anche per la collocazione accanto alla Basilica: il vigneto Fliscano dell'Azienda Agricola La Ricolla a San Salvatore di Cogorno.

Daniele Parma, spinto dalla passione per la terra, negli anni ’90 ha creato l’Azienda Agricola La Ricolla, sposando l´idea che il “Vino si fa in Vigna”. La coltivazione della vigna per Daniele è una sfida continua che ogni anno supera con caparbietà strappando nuove vigne dalle ripide colline della Valgraveglia.

I vigneti che danno origine ai tre vini prodotti: Vermentino, Bianchetta genovese e Rosso (dall’uvaggio di Ciliegiolo e Sangiovese), si trovano in tre località diverse. Su prenotazioni visite aziendali anche al vigneto con degustazioni.

  • TELEFONO: +39 339 6740576
  • EMAIL: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • INDIRIZZO: Località Tolceto - 16040 Ne (GE)
2. Cantina Bisson a Sestri Levante
Cantina Bisson a Sestri Levante. A Sestri Levante é visitabile la Cantina Bisson che offre, su prenotazione, visite guidate e degustazioni per ogni target di mercato, un luogo affascinante dove si puo’ rivivere l’avventura” di chi ha saputo valorizzare le uve della Riviera Ligure del Levante la “Bianchetta Genovese” ed il “Ciliegiolo” e di creare nuove intuizioni come il “Musaico”, vino rosso di spiccata personalità). Ispirato dalle anfore nei relitti in fondo al mare che hanno conservato i vini nel tempo, ha inventato lo spumante sommerso.
Info: http://www.bissonvini.it/
3. Tour in barca a vela dal porto di Lavagna
Possibile tutto l’anno, ma consigliato in autunno e primavera, il tour di più giornate in barca a vela partendo dal porto di Lavagna fino alle 5 Terre, con sosta a Vernazza e visita del borgo, navigazione successiva al Golfo di Portovenere e dei Poeti, con possibilità a scelta di degustare piatti e prodotti tipici locali, mangiare in barca (anche barbecue) o a terra. E’ consigliata la visita a Portovenere o nella baia "Seno delle Grazie", l’escursione prevede una sosta alla Palmaria per visitarla ed effettuare trekking con una guida esperta, in alternativa sono possibili corso di vela, pesca. Degustazione di prodotti tipici locali (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.875
4. San Fruttuoso di Camogli e Santa Margherita Ligure
  • a San Fruttuoso: in giornata si parte dal porto di Lavagna o Chiavari o Rapalloe si sbarca a San Fruttuoso, con degustazioni di prodotti tipici e attività outdoor a  San Fruttuoso, nel Monte di Portofino
  • a Santa Margherita Ligure (tempo percorrenza 5 ore) aperitivo e rientro. Il sentiero è percorribile al contrario  o tour in giornata imbarco a Lavagna e sbarco a Sestri Levante porto, breve passeggiata nel centro storico da cui parte un meraviglioso sentiero, parte del Sentiero Liguria per raggiungere Punta Manara (tempo percorrenza 2 ore) dopo il rientro in porto a Sestri aperitivo nella splendida cornice della baia del silenzio per poi tornare a Lavagna o cenare in barca)
5. Rapallo: panorami di colori e di sapori
La Città di Rapallo, nota località balneare, regala scorci di grande bellezza grazie alla visita al Santuario di Montallegro in funivia, che è l’unica in tutta la Liguria, meta di pellegrinaggi, da cui si gode un panorama mozzafiato sull’intero Golfo del Tigullio, che, per gli amanti dell’outdoor, è raggiungibile grazie alla variante alta di Sentiero Liguria, che sulla costa percorre il sentiero dei 5 campanili di Zoagli (beactive.liguria.it)

A Rapallo, presso il Parlacomemangi sono prenotabili Cooking Experience, esperienze degustazioni, inventate da Guido Porrati (https://www.parlacomemangi.com/) Parla Come Mangi Rapallo, una vera e propria esperienza culinaria indimenticabile. 
A The Pesto Show l’accoglienza sarà calorosa con un cesto di focaccia calda e un calice di vino bianco del genovesato. Lo Chef accompagnerà gli Ospiti al tavolo maestro, dove inizieranno a conoscere i segreti del Pesto al Mortaio e la storia di Genova attraverso gli ingredienti.  Per fare il Pesto alla Genovese si pestano le foglie aromatiche di basilico insieme con aglio, formaggio, pinoli e olio extra vergine di oliva, usando un mortaio di marmo e un pestello di legno di pero, al fine di creare un impasto fine ed armonioso.  L’evento termina con la presentazione e degustazione di diversi olii extra vergine d’Italia, con le  bruschette con la brisure di olive taggiasche e la degustazione.

Il The taste of Rapallo Foodie Tour tour a piedi dedicato al cibo vi porterà dentro la scena gastronomica della splendida Rapallo. La città è orgogliosa di rappresentare il meglio della cucina Ligure, una tradizione che sfrutta i tesori delle montagne e del mare.
The Rapallo Foodie TourCorsi di Cucina e Degustazioni di vino, eventi su misura in relazione alle richieste dei clienti, per fornire esperienza divertenti, emozionanti e memorabili per gli Ospiti da ricordare per tutta la vita.
Foto: la basilica dei Fieschi a San salvatore di Cogorno e il Castello di Rapallo