Da Ponente a Levante, 10 borghi facilmente raggiungibili partendo dalla costa in direzione entroterra

Belli d’estate, affascinanti d’autunno: sono i borghi dell’entroterra ligure, immersi nei boschi dai mille colori. Ve ne proponiamo una decina, da ponente a levante, da Ventimiglia a Montemarcello. Se amate la fotografia questo è il momento migliore per catturare le sfumature dell’autunno in Liguria

 

Dolceacqua

Da Ventimiglia si risale il corso del torrente Nervia in direzione di Dolceacqua, il borgo medievale Bandiera Arancione che ha incantato anche Monet; perdetevi nei suoi caruggi, raggiungete la sommità del paese fino al Castello dei Doria, tra le botteghe artigiane e i piccoli negozi di souvenir: incantevole! Assaporate il Rossese di Dolceacqua, non lo dimenticherete!

Dolceacqua
Apricale

Proseguendo lungo la strada si raggiunge Apricale, anche questo paese Bandiera Arancione e classificato anche Borgo più Bello d’Italia.
Spunta all’improvviso fra le curve, in mezzo alle foglie colorate dall’autunno, è il borgo apricus, esposto al sole, che svetta fra i monti.
Parcheggiate e prendete la mattonata che sale verso la piazza principale del borgo, fra i ristoranti che offrono le specialità della gastronomia locale e le botteghe artigiane dove troverete oggetti in legno, ardesia e vetro sapientemente lavorati dagli artisti locali; i muri in pietra antica qui sono decorati con numerosi murales, davvero affascinanti. La reflex l’avete portata? E allora scatenatevi nei click!

Apricale
Pigna

Risalite in macchina in direzione Pigna, sempre più in alto, verso il cuore delle Alpi Liguri, sempre lungo il corso del Nervia. È bella la natura da queste parti, ma in autunno di più; lungo il percorso vedrete spuntare Castelvittorio, un bel colpo d’occhio.
Pigna è medievale, riservata, arroccata, con caruggi in pietra molto suggestivi, che si perdono in arcate e scale: si sale e quasi non ci si accorge della salita perché l’occhio è rapito dai portoni delle case, dai particolari del borgo. Qui comprate i fagioli di Pigna, presidio Slow Food!

pigna
Colletta di Castelbianco

Se vi trovate in provincia di Savona, da Albenga lungo la strada provinciale si segue il corso del torrente Neva; dopo il borgo di Cisano sul Neva, a Martinetto, si svolta a sinistra e si sale verso la val Pennavaire sino al borgo di Colletta di Castelbianco.
Anche questo è uno dei Borghi più Belli d’Italia. Molti lo conoscono come il borgo telematico. Il paese fu distrutto da un terremoto ma è stato ristrutturato alla fine del secolo scorso, diventando un albergo diffuso. Qui le case sono tutte colorate e le finestre tutte azzurre con una cornice bianca. Le case e le strade sono in pietra antica, gli interni in stile moderno, dotati di comfort e tecnologia. È da vedere, molto particolare!

Colletta di Castelbianco
Zuccarello

Si torna indietro fino a Martinetto, si riprende la SP 582 in direzione nord-ovest fino a un altro borgo cinto da mura con portici e castello, è Zuccarello, che si raggiunge in circa un quarto d’ora. Questo è l’antico Marchesato dei Del Carretto, che ha mantenuto l’aspetto medievale; la via centrale è costeggiata da portici antichi e muri delle case color pastello, con belle piante ornamentali, botti in legno, molto curato … è uno dei Borghi più belli d’Italia.
Non perdetevi il ponte romanico sul fiume Neva, uno dei punti più caratteristici e più conosciuti di Zuccarello, in pietra antica; sinuoso e leggero alla vista, davvero bello. In fondo al caruggio principale si trova l’altra porta della città, la porta soprana: da qui alzando gli occhi verso i monti si vede Castelvecchio di Rocca Barbena, lassù in alto fra le foglie colorate.

Zuccarello
Castelvecchio di Rocca Barbena

Si sale lungo la Strada Provinciale, curva dopo curva, e si arriva a Castelvecchio di Rocca Barbena. Il cartello all’ingresso del paese ricorda che è uno dei Paesi Bandiera Arancione ed è anche uno dei Borghi più Belli d’Italia. Qui regna pace e tranquillità negli antichi vicoli in pietra avvolti dall’edera rampicante multicolore che in autunno dona un fascino incredibile al borgo, con scale, archivolti, lanterne. È un borgo arroccato, sormontato dal grande castello dei Clavesana. Anche qui i caruggi sono davvero tanti e uno più bello dell’altro.

Castelvecchio di Rocca Barbena
Sassello

Sempre in provincia di Savona, imboccate l’autostrada ed uscite ad Albissola, seguite le indicazioni per Sassello, percorrerete circa 21 km. Sassello è stato il primo comune Bandiera Arancione della Liguria e d’Italia, il primo in assoluto! È molto tranquillo, un “paese a misura d’uomo”, con tante casette, palazzi nobiliari e numerose chiese e cappelle che raccontano e custodiscono testimonianze della storia del borgo.
Qui noterete le case color pastello tipiche della Riviera Ligure, davvero una bella scoperta a oltre 800 metri s.l.m.! Fa parte dello splendido Parco Naturale Regionale del Beigua. Se amate i funghi porcini, dovete venire qui in autunno, fra gli splendidi boschi che circondano il borgo. Ma tutto l’anno troverete i gustosi amaretti di Sassello!

Sassello
Varese Ligure

A Levante vi consigliamo due borghi a doppia certificazione (Bandiera Arancione e Borgo più Bello d’Italia): Varese Ligure e Brugnato.
Alle spalle di Sestri Levante risalite la Val Petronio fino a Varese Ligure, il cuore verde della Val di Vara, la valle del Biologico in Liguria. La visita è consigliata in qualsiasi stagione dell’anno, ma se amate i colori venite adesso!
Qui potrete acquistare i prodotti biologici certificati della valle presso la Cooperativa Casearia della Val di Vara. Sono buonissimi: la carne e i formaggi hanno davvero un altro sapore. Visitate Varese Ligure, con il borgo rotondo, molto scenografico.

Varese Ligure
Brugnato

Da Varese Ligure lungo la strada provinciale che costeggia il Vara si scende fino a Brugnato, immerso nello scenario naturale del Parco di Montemarcello-Magra, piccolo borgo che sorge sulle sponde del fiume Vara; siamo alle spalle delle Cinque Terre, il borgo ha una forma a tenaglia, con le case color pastello tipiche della Liguria. Molto curato e molto bello da visitare.

Brugnato
Montemarcello
E infine l’ultimo borgo che vi invitiamo a scoprire in questo percorso da Ponente a Levante è Montemarcello di Ameglia, che è uno dei Borghi più Belli d’Italia.
Si trova in Val di Magra, nell’ultimo lembo di Liguria prima del confine con la Toscana, nell’omonimo parco naturale, ad una quarantina di minuti da La Spezia. Da qui si vede il Golfo della Spezia e le Alpi Apuane; è circondato da una natura rigogliosa, con una fauna ricca e diversificata, paesaggi spesso contrastanti tra loro a pochi chilometri di distanza. Ha origini romane, che si intuiscono ancora oggi dalla pianta dei vicoli ortogonali, da percorrere a piedi alla scoperta del centro storico. Un borgo incantevole, tranquillo, da fotografare!
Montemarcello