GET_YOUR_GPS_POSITION

Montemarcello

Montemarcello di Ameglia, antico capitolo romano

Da Castelnuovo Magra si arriva a Montemarcello dopo aver attraversato la piana di Luni, valicato il fiume Magra in prossimità del suo estuario e saliti tra le pinete e i panorami verso le Apuane vicine.

Dai profili rustici e raffinati insieme, su un colle quasi pianeggiante che separa la foce del Magra dal golfo della Spezia, ecco Montemarcello.

Il nome originale Mons Marcelli, era quello di un accampamento militare romano dedicato al console Marcello. Un’origine romana che ancora si vede dai suoi vicoli ortogonali. Percorreteli a piedi e scoprite il centro storico, con le sue mura e la bella chiesa di San Pietro del XV secolo.

Tra i vicoli e intorno alla deliziosa piazzetta centrale vi aspettano case colorate e piccoli giardini, da sempre amati da intellettuali come Indro Montanelli; angoli di pace lontani dalle vacanze estive marine.

Scoprite ora la cornice paesaggistica, ricca di capolavori non solo della natura. Oltre le mura c’è il parco La Marrana Arteambientale, una galleria d’arte all’aria aperta, poi il Parco regionale Montemarcello-Magra, risorsa preziosa che tutela le valli dei fiumi Vara e Magra , mentre sul monte Murlo, vicino al paese, vi attende un interessante Orto Botanico. E mi raccomando, non lasciate Montemarcello senza aver assaggiato i suoi – ormai rari – fichi “binei” o il tipico minestrone con la pasta accompagnato da un bicchiere di vino Rosso dei Colli di Luni.

Please publish modules in offcanvas position.

 Facebook

 Twitter

 Pinterst

 whatsapp

 Google+

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.