Il vitigno, sempre diverso a seconda di dove dimori, come una bella signora che cambia vestito, si adatta a tutte le situazioni senza mai perdere fascino e senza diventare banale.

 Dalla livrea paglierino intensa, richiama legami ancestrali con la terra di appartenenza: frutti maturi, erbe aromatiche, note marine aprono ad un sorso generoso, avvolgente, elegante e appagante.

 Messaggero di liguritudine.        

Vino bianco. Colore da giallo paglierino scarico a giallo paglierino, con riflessi dorati; profumo discretamente ampio e fruttato, abbastanza intenso, persistente, con sentori di fiori ed erbe di campo, di banana e pesca matura, lievi sentori di miele e cedro; sapore secco ma discretamente morbido, sapido, a volte delicatamente caldo, di buona continuità, con fondo piacevolmente amarognolo più o meno marcato.
Alcolicità: 11 - 13%; 

Servirlo e conservarlo

Deve essere servito ad una temperatura di 10°C, in bicchieri a calice con stelo alto.
Dà il meglio di sé nel primo anno di vita. Va conservato in posizione coricata negli scomparti più bassi della cantina ad una temperatura costante fra i 10° e i 14°C.

L'abbinamento perfetto

Vino bianco secco adatto ad accompagnare una vasta gamma di piatti come la focaccia al formaggio, la frittata di bianchetti, la zuppa di cicale, le pappardelle alla crema di funghi, troffiette al pesto, ombrina al forno, branzino bollito.
Gli umori salsi dei piatti di mare e l'agreste sapore del pesto trovano matrimonio d'amore con il profumato, fragrante sapido vino.


Vino bianco secco. Colore giallo paglierino scarico; odore delicato, fresco e persistente, con sentori di erbe e fiori campestri (in prevalenza finocchio selvatico e ginestra) e lievi di muschio e salmastro; sapore secco, sapido, con delicata vena morbida, discretamente continuo e con piacevole vena amarognola.
Alcolicità: 11 - 12%.

Servirlo e conservarlo

Deve essere servito ad una temperatura di 10°C, in bicchieri a calice di media grandezza con stelo alto. Dà il meglio di sé nel primo anno di vita.
Deve essere conservato in posizione coricata negli scompartimenti più bassi della cantina, ad una temperatura costante tra i 10°e i 14°C.

L'abbinamento perfetto

Vino bianco secco adatto ad accompagnare una buona scelta di piatti, dagli antipasti di mare al minestrone alla genovese, lasagne al pesto, risotto con polpo, orata al forno con patate o al cartoccio.
Il vino, con il suo delicato profumo unito ad una equilibrata sapidità, trova congeniale e felice unione con i piatti elencati.


Vino di colore giallo paglierino, anche con riflessi verdognoli. Odore caratteristico, delicato, con sentore di fruttato. Sapore secco, sapido, armonico. È prevista la tipologia Frizzante. Alcolicità: 10,5 - 11%; 

Servirlo e conservarlo

Deve essere servito a 11-12°C, in bicchieri a calice con stelo alto.È consigliabile consumarlo entro un anno dalla vendemmia.
Viene conservato in cantina idonea, ponendo le bottiglie in posizione coricata, nei ripiani adibiti ai vini rosati.

L'abbinamento perfetto

Si accompagna in modo ottimale con portate come pesce in tocchetto (buridda), verdure ripiene (zucchini, cipolle, melanzane), polpettone di verdure, zuppa di rossetti, reginette con persa e uova, minestrone alla genovese, lasagne al pesto, risotto con polpo, orata al forno con patate o al cartoccio.


Vino bianco secco. Colore giallo paglierino; odore delicato, caratteristico con sentori di erbe e fiori di campo, lievi di miele, resine boschive e pesca gialla; sapore secco ma delicatamente morbido, sapido, di discreta struttura, a volte leggermente caldo, continuo, con fondo gradevolmente amarognolo.
Alcolicità: 11 - 13%;

Servirlo e conservarlo
Viene servito ad una temperatura di 10°C, in bicchieri a calice con stelo alto. Dà il meglio di se nel primo anno di vita.
Deve essere conservato in posizione coricata negli scomparti più bassi della cantina, ad una temperatura costante tra i 10 e i 14°C.

L'abbinamento perfetto

Vino bianco secco adatto ad accompagnare una vasta gamma di portate come antipasti di mare, verdure ripiene (cipolle, zucchine, melanzane, peperoni), pansotti con salsa di noci, lasagne al pesto, risotto al nero di seppie, ravioli di pesce in brodo, branzino lesso o al forno.
La morbida, sapida, ma sicura struttura del vino si armonizza con questi cibi esaltandone gli aromi e i sapori compositi.


Il Vitigno

Tutte le notizie del Vermentino fanno presumere una sua origine spagnola anche se non vi sono certezze sull'origine di questo vitigno. Intorno al 1300 è stato introdotto in Corsica e tra il 14 ed il 18 secolo è arrivato in Liguria. Foglia medio grande, pentagonale e quinquelobata. Grappolo di grandezza media o medio-grande per lo più cilindrico, mediamente spargolo. Acino medio-grande di forma regolare, sferoidale con buccia pruinosa di colore giallo verdastro

Contatti

Enoteca regionale della Liguria
Via Vittorio Veneto, 2, 19033 Castelnuovo Magra (SP)

info@enotecaregionaleliguria.it

press@enotecaregionaleliguria.it