Salsa cremosa dal gusto delicato che normalmente accompagna i famosi pansòti

Nell'antica Persia era già diffuso l'utilizzo di questa salsa, tuttora presente nella cucina orientale e balcanica. Fu presumibilmente all'epoca della Repubblica che i Genovesi trasportarono, via mare, se non la salsa, sicuramente la ricetta. La sarsa de noxe, quindi, fece un lungo viaggio prima di giungere da noi dove fu ben presto utilizzata per dar vita a un ottimo condimento di consistenza cremosa, di colore bianco avorio e dal sapore dolce, nella quale si riconosce chiaramente il gusto della noce.

La salsa di noci è ideale per condire i pansòti dalla caratteristica forma triangolare, gli gnocchi di castagne e altro. Anche questa salsa, come il pesto, presenta delle piccole variazioni nella letteratura e nella pratica gastronomica, come l'assenza di pinoli o la presenza a piacere della maggiorana.

Ricetta

Ingredienti
500 grammi di noci, mezzo spicchio di aglio, mollica di un panino bagnata nel latte, una manciata di pinoli, poche foglie di maggiorana, prescinsêua o latte cagliato o ricotta, parmigiano grattugiato, una noce di burro, olio extravergine d'oliva sale.

 

Preparazione
Rompete le noci, estraete i gherigli, scottateli nell'acqua bollente e privateli della pellicina. Metteteli pochi alla volta in un mortaio con la mollica di pane strizzata, che ha la funzione di impedire alle noci di formare l'olio e di dare quindi l'amaro alla salsa, i pinoli, l'aglio, il sale. Pestate fino a che si sarà ottenuta una salsa cremosa e omogenea.

Versate il composto in una terrina, aggiungete il burro, il latte cagliato, l'olio e le foglioline di maggiorana tritate.