Stoccafisso, la forza di un piatto

La ricetta dello stoccafisso

Accomodato, in bianco, alla badalucchese: il merluzzo essiccato è una delle bandiere gastronomiche regionali

L'aroma (parlare di profumo sarebbe davvero un po’ troppo), inequivocabile e intenso, si diffonde nei caruggi di Genova, lungo via Pia e nel porto di Savona, nel centro di Imperia o La Spezia. I grandi merluzzi secchi, che agli occhi di tutte le generazioni di bambini sono sembrati senz’altro paurose e un po' mostruose creature, fanno capolino fuori dai negozi, diffondendo l'odore e ricordando, come le foglie che cadono, che l'autunno è ormai inoltrato. È tempo di rallegrare la cucina e il clima con un piatto di stoccafisso bollito o accomodato.
Ingredienti: 1 chilo di stoccafisso, 100 grammi di olive verdi, 20 grammi di capperi, 2 acciughe salate, 1 chilo di patate, 1 spicchio d'aglio, prezzemolo q.b., 2 pomodori maturi, 1 bicchiere di vino bianco, 1 cipolla, 1 gambo di sedano, sale e olio extravergine d'oliva.

Preparazione
Scottare per alcuni minuti lo stoccafisso in acqua bollente per poter togliere la pelle e diliscarlo. Preparare un trito a base di cipolla e sedano e rosolarlo, unire un battuto composto da capperi, metà delle olive, acciughe salate, aglio e prezzemolo. Quando tutto sarà rosolato unire lo stoccafisso e le olive rimanenti. Bagnare con il vino bianco, aggiungere i pomodori e le patate tagliate a pezzi. Salare, bagnare con un po' d'acqua calda e cuocere fino a che le patate non saranno morbide.

Please publish modules in offcanvas position.

 Facebook

 Twitter

 Pinterst

 whatsapp

 Google+

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.