La torta Pasqualina: la primavera in tavola

La ricetta della torta Pasqualina

È un piatto simbolo, fatto secondo un'antica ricetta ligure, che si può fare in casa o acquistare in negozi di torte e farinate

La torta Pasqualina è uno dei simboli della gastronomia ligure. Si chiama Pasqualina perché per tradizione arricchisce la tavola di Pasqua.
Ingredienti: 500 gr. di farina, mezzo bicchiere d'olio, sale, una tazza d’acqua tiepida, 500 gr. di bietole, 200 gr. di quagliata, un pugno di farina, maggiorana, 250 gr. di panna da cucina, 6 uova.
Preparazione: impastare la farina con acqua tiepida, un cucchiaio di olio e sale. Lavorarla energicamente e dividerla in sette od otto panetti, da far riposare al riparo di un canovaccio umido. Per il ripieno si puliscono le bietole si tagliano finemente e si dispongono ad asciugare con un pugno di farina; aggiungendo un tritato con poca maggiorana, sale fine e parmigiano.

Scegliere una teglia possibilmente di rame stagnato, ungendola abbondantemente. Con uno dei panetti di pasta preparare una sfoglia sottilissima che si tira e si adagia sul fondo stando attenti a non romperla. Ungere con un velo d'olio e sovrapporre allo stesso modo altre due sfoglie. A questo punto si depone l'impasto di bietole schiacciandole con un cucchiaio e ricoprendole con la quagliata, alla quale si aggiungono due cucchiai di farina e la panna. Sulla superficie si scavano sei piccole nicchie nelle quali si pone un uovo tagliato. Si irrora d'olio la superficie cospargendola di parmigiano, un pizzico di pepe e sale. Ricoprire con le sfoglie rimanenti avendo cura di ungerle tutte. Si ritagliano le sfoglie sino a due dita dal bordo del tegame. Infornare e cuocere un'ora a 180 gradi.

Please publish modules in offcanvas position.

 Facebook

 Twitter

 Pinterst

 whatsapp

 Google+

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.