Genova e i suoi caruggi

Un labirinto di vicoli tutti da scoprire per cogliere l’incanto della città vecchia

Il centro storico genovese con il suo dedalo di caruggi è uno dei massimi esempi in Europa di città medioevale conservata quasi integralmente. Lasciatevi stupire dalla molteplicità di vie e stradine che si incrociano a formare un labirinto intricatissimo: dai vicoli che “sfociano” nel Porto Antico a quelli che si snodano intorno alla cattedrale, ai più “signorili” vicino alla Via Aurea e non lontano da Piazza De Ferrari che, con la sua grande fontana, è una delle fotografie d’obbligo per qualsiasi turista.
Alcuni sono bui altri illuminati dai raggi del sole, alcuni più larghi altri talmente stretti da far fatica a passarci; in tutti, da sempre, si mescolano odori, sapori e culture diverse.
I caruggi, percorribili solo a piedi o in bicicletta, regalano scorci unici e non si può mai sapere cosa si nasconda dietro la prossima curva: un campanile, una piazzetta o una scalinata.

Non è strano trovarci in tarda mattinata uomini d’affari che sorseggiano un caffè o casalinghe occupate a fare la spesa nelle botteghe di fiducia. Fra gli edifici così addossati che le finestre quasi si toccano, vi imbatterete in botteghe artigiane, loggiati gotici, chiese medioevali e palazzi signorili. Agli angoli degli antichi edifici non dimenticatevi di alzare le teste: magnifiche edicole votive vi appariranno come stelle in un cielo notturno d’estate. Dove le pietre profumano di antico, le chiese di incenso, le botteghe di cuoio e le pasticcerie di canditi, soffermatevi a respirare quell’aria: avrete trovato il cuore della vera Genova!

Please publish modules in offcanvas position.

 Facebook

 Twitter

 Pinterst

 whatsapp

 Google+

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.