Valli dell'Antola

Un paradiso tra storia e natura, a venti minuti dalla città

Un paradiso tra storia e natura, a venti minuti da Genova. Laghi dall'acqua cristallina, fiumi selvaggi, paesi fantasma rimasti uguali a trecento anni fa, e poi castelli unici al mondo come quello della Pietra di Vobbia, ville liberty, siti archeologici come Libarna. Tutto immerso in una natura dai mille colori, che diventano sfolgoranti e unici alla fine dell'estate, quando i primi boschi si accendono del rosso e del giallo.

Non può mancare una visita a Casella, capolinea di un trenino con rotaie a scartamento ridotto e una piscina ben attrezzata per l’estate. Tanti i paesi celebri per le loro trattorie, sempre con cibi genuini, mentre a Busalla si trova la famosa Birreria, aperta al pubblico come birreria e ristorante, che ha salvaguardato la sua storia e il suo arredo nei locali dell'originale fabbricato.

L’altra valle più selvaggia è quella del Trebbia. Una natura incontaminata, attorno al lago del Brugneto, sotto le vette dell'Antola. Il lago si presta a splendide escursioni autunnali: con alberi multicolori che danno vita a una tavolozza naturale. A Torriglia si possono acquistare i famosi canestrelli, un dolce secco che fa impazzire i golosi. Montebruno, cuore della Val Trebbia, è da visitare per il suo Santuario e per il Museo di Cultura Contadina.

Da vedere il gioiello rurale di Pentema, dove a Natale viene allestito il famoso Presepe vivente. Moltissime le escursioni che si possono fare: come il Rifugio sulla vetta dell’Antola, Casa del Romano con il suo prato-balcone verso il mare, Pian della Cavalla regno dei narcisi e dei fiori selvatici.

Please publish modules in offcanvas position.

 Facebook

 Twitter

 Pinterst

 whatsapp

 Google+

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.