Viaggio nelle grotte più colorate d’Italia

Un percorso sotterraneo lungo 800 metri, tra enormi blocchi, drappi sottili come lenzuoli, grandi colonne che sembrano sostenere la volta fino alle stalattiti eccentriche, che sfidano la forza di gravità sviluppandosi in tutte le direzioni. E dappertutto i colori: bianco, giallo, rosso in mille sfumature diverse dovuti alla presenza di svariati minerali, fanno delle Grotte di Borgio Verezzi la grotta turistica più colorata d'Italia.
Dopo aver disceso le scalinate, si apre la prima sala, caratterizzata da sottili stalattiti. Poco più avanti si trova il "Manto di San Martino", una formazione che ricorda il drappeggio di un tessuto. Le "Campane dei Mari" sono invece stalattiti sonore, perché se percosse provocano un suono molto simile ai rintocchi delle campane. 

Proseguendo nell'itinerario si supera il "Paesaggio lunare" e si arriva ai primi laghi, di uno splendido color smeraldo. Subito dopo s'incontra il "Castello", una formazione che sembra il modellino di una fortezza sulla cima di un monte.

Continuando il percorso si giunge al "Laghetto delle fate" e si passa nel "Canyon rosso". Qui si trovano eleganti stalattiti filiformi lunghe oltre un metro, talmente sensibili da vibrare al semplice suono della voce.