Tra le casette color pastello ad agosto incontri vip e tanta movida, tutto il resto dell’anno, un gatto felice che si gode il sole in spiaggia

A Varigotti noi liguri dobbiamo andarci ogni anno almeno una volta, perché è un posto talmente bello e unico, che abbiamo paura di non trovarlo più al nostro arrivo. E invece da secoli è sempre lì, con le sue case tinteggiate con colori che ricordano la frutta d’estate, pesche albicocca, fragole. Come cubi di colore posati sulla sabbia, davanti ad un mare turchese, ricco di pesci e conchiglie.

Sarà il mare incantevole, la sabbia fine quasi bianca, la lunga baia dei saraceni, Varigotti è una delle località più amate della Liguria, sempre alla ribalta di copertine di riviste patinate, perché sono sempre molti i vip che qui vi trascorrono le vacanze. Lo stile del borgo è arabeggiante, dovuto ad un periodo di influenza saracena. Un dedalo di vicoletti in cui si gira a piedi o in bicicletta si affaccia direttamente sulla spiaggia sabbiosa, dove sono ormeggiati vecchi gozzi di pescatori. Piazzette colorate, localini deliziosi per una colazione o un aperitivo fresco. Una passeggiata tra le casette del borgo che sembrano dipinte, con i loro portoncini ornati da bouganville, gerani, salvia e rosmarino.

Sono passati tantissimi secoli da quando Varigotti era un porto fortificato molto protetto. Di questa storia rimane l’antica vestigia della torretta di avvistamento su Punta Crena. Da questo promontorio, raggiungibile con una ripida mulattiera, si ha una vista strepitosa su tutto il golfo fino a capo Noli. Sotto questa falesia un’ incredibile baia segreta: tra grotte e sabbia bianchissima, un mare che riflette tutti i toni verde smeraldo della macchia mediterranea.