Un paese in mezzo ai boschi della Val Bormida, dove ogni sentiero conduce al paradiso per fungaioli

Un borgo il cui cartello di ingresso recita: “Sarò tuo, parola di porcino!” può non essere un paese adorabile!?
Immerso nei boschi di querce, castagni, noccioli e faggi, a Bardineto è la natura che comanda. Un paese tranquillo e antico che abita una bella vallata accogliente, nella parte più montuosa della Riviera.

Chi trascorre le vacanze estive qui si gode le lunghe passeggiate nei boschi, tra ruscelli e faggete, facendo incontri con i piccoli animali del bosco, godendosi una cucina locale genuina e gustosa e respirando l’aria del piccolo mondo antico. Poi in autunno si cambia musica e Bardineto diventa capitale di una grande festa autunnale: la Festa Nazionale del Fungo d’oro. A fine estate i veri fungaioli partono alla sua ricerca, per riempire le gerle con foglie di castagno, straripanti di ovuli e porcini. La grande festa di ottobre che prevede la premiazione con il Porcino d’oro è un grande richiamo per tutti gli amanti della vita all’aperto e della buona tavola. Trattorie e ristoranti sempre pieni, sfornano ogni giorno piatti che restituiscono ai funghi i loro sapore unico.

A Bardineto come in tutta la Val Bormida, i boschi sono ricchi di sorgenti e piccole grotte di grande interesse speleologico. La più lunga di questa, il buranco, ha due Km di cunicoli e gallerie scavate da torrente sotterraneo. Un mondo sotterraneo ancora tutto da scoprire.