Un paesaggio dai connotati inediti, protagonista di leggende e teatro di spettacolari escursioni in mountain bike. Tra boschi rigogliosi e sculture di roccia

Piccolo centro dell’alta Bormida di Spigno con un paesaggio che sorprende per la presenza dei calanchi, curiose formazioni di rocce sedimentarie argillose e marnose. Tra le sculture naturali più impressionanti c’è il “fungo di pietra”, un masso di 14 metri sospeso su un sottile strato di roccia. Un territorio inusuale che ha ispirato storie leggendarie e offre oggi emozionanti sentieri, percorribili a piedi o in mountain bike, tra pareti rocciose e boschi di latifoglie e conifere. Non perdetevi tra maggio e luglio lo spettacolo della fioritura. Così come non vanno dimenticati i sapori della buona cucina, dal dolcetto ai tartufi bianchi e neri.