Nella verdissima Valle Arroscia, c’è un borgo antico che si divide tra l’antiquariato e l’arte contemporanea

A Pieve di Teco, borgo nell’Alta Valle Arroscia, la storia si respira ad ogni passo. Una passeggiata sotto i suggestivi portici medievali che affiancano la strada principale del centro storico e vi sembrerà di aver fatto un salto nel tempo. Portali d’ardesia scolpiti, palazzi antichi e vecchie botteghe che espongono prodotti tipici, dall’Ormeasco della vicina Pornassio, vino rosso doc, all'olio extravergine della valle Arroscia, fino al pregiato aglio di Vessalico e alla gustosa toma di pecora brigasca.

A sottolineare maggiormente questa atmosfera suggestiva è l’importante mercato dell'antiquariato che si tiene nella via principale ogni ultima domenica del mese: divertitevi a curiosare tra gli oltre 150 banchi che espongono oggetti antichi e preziosi accanto a quelli più semplici e umili della civiltà contadina.

Ma non lasciatevi ingannare: Pieve di Teco è un borgo che è riuscito a coniugare la sua anima antica con un’aspirazione al contemporaneo. Imperdibile una visita alla chiesa della Madonna della Ripa che ospita la mostra permanente Le Maschere di Ubaga: 100 maschere straordinarie e simboliche reinterpretate poeticamente da oltre 80 maestri dell'arte contemporanea, italiani e stranieri. Arte e natura si fondono creando un ambiente fiabesco nel percorso Arrogna Naturarte Outdoor: opere d’arte create totalmente con materiale naturale disseminate lungo un sentiero che dal paese di Pieve di Teco porta fino al Santuario della Madonna dei Fanghi.