Un piccolo paese sulla Strada Reale, dove viaggiano ancora sapori legati alla tradizione vinicola e alla buona cucina. Un piacere in posizione panoramica

Un piacevole borgo ad una quindicina di chilometri da Imperia con vicoli chiusi al traffico, palazzotti nobiliari, portali scolpiti, santuari fra i boschi, oliveti e vigneti di Vermentino e di Dolcetto. Un tempo, tra Oneglia e il Piemonte passavano le carovane di mercanti e muli che portavano olio e grano verso la costa. Oggi i sapori sono ancora autentici, esaltati da sagre vivaci e da una cucina locale che propone un’ottima buridda. Ma il gusto si trova anche nell’arte: fate un salto fuori porta, tra tappeti di verde e una rigogliosa vegetazione, scoprirete il settecentesco santuario della Madonna delle Vigne, un capolavoro del barocchetto genovese, in una posizione panoramica davvero emozionante.