Bellezza e antichi sapori

Un cuore immerso tra la campagna e una parte sul mare che offre ai turisti fantastiche vacanze balneari: sono queste le due anime che pulsano a Taggia. Non un unico nucleo uguale a se stesso, ma una costellazione di borgate diverse, ciascuna con un sapore particolare che insieme formano una deliziosa località divisa tra natura, buona cucina e cultura.

Arma di Taggia è un piccolo paradiso di mare e sole, mentre Taggia è orgogliosa della sua anima agricola: questa è la patria delle deliziose olive taggiasche. I suoi tesori, quelli più amati dai buongustai, si nascondono nelle cucine delle case o nei ristorantini del borgo.

Da assaggiare i canestrelli, biscotti al finocchio, e la cosiddetta figassa, una focaccia spessa condita con pomodori pelati, filetti d'acciuga, olive e aglio. La regina della tavola taggiasca rimane però l'oliva, deliziosa per stuzzichini o ricette elaborate, ottima per la produzione di un olio profumatissimo. Per assaporare simili bontà non c'è occasione migliore delle manifestazioni che nell'arco dell'anno si svolgono a Taggia.

L'evento più atteso è quello dei Furgari, che si svolge il secondo sabato di febbraio in onore di San Benedetto Revelli: è una delle rievocazioni storiche più antiche della Liguria e riprende, con il suo corteo storico, le atmosfere del 1626. Davanti ai palazzi e nelle piazzette storiche si accendono i furgari, canne piene di polvere da sparo, dalle quali sgorga una cascata di fuoco e scintille. In luglio c'è la festa di Santa Maria Maddalena del Bosco con il suggestivo Ballo della morte.