Si affaccia da una collina su spiagge sabbiose e sull’approdo di Bocca di Magra famoso tra i diportisti

Ameglia è la perfetta metafora della Liguria: mare e collina sono tanto attaccati che il turista rimane sorpreso. E naturalmente felice di poter scegliere. Così Ameglia paese sorge su una collina che domina la valle del Magra: si sviluppa attorno al suo castello e alla torre circolare; da vedere anche la pieve di San Vincenzo e l’oratorio dell’Assunta. Portesone era un villaggio pastorale dalle case di pietra: si trova tra Tellaro e Ameglia rappresenta un museo a cielo aperto.
A due passi Fiumaretta, località balneare con spiagge sabbiose come quelle di Punta Bianca e Punta Corvo. E poi Bocca di Magra, villaggio di pescatori, divenne nel corso del tempo una località turistica che attirò nel dopoguerra pensatori e scrittori come Montale, Pasolini, Einaudi, Vittorini e altri. Oggi sono presenti diverse darsene per la nautica da diporto e servizi di charter nautico.

La costa è spettacolare: si estende dalle spiagge di Marinella di Sarzana fino alle rocce e agli scogli di Tellaro. Proseguendo verso il Golfo dei Poeti, in barca o per impervi sentieri, si trovano all’interno del Parco di Montemarcello Magra la spiaggia di Punta Bianca, sull’estremità meridionale del Caprione e più avanti la spiaggia di Punta Corvo, una distesa di sabbia e ciottoli scuri.