Piccolo centro in provincia della Spezia, si colloca sul crinale del promontorio occidentale del golfo spezzino. Dalla sua posizione domina il parco delle Cinque Terre ed è sul sentiero che congiunge Portovenere a Levanto.  
A pochi chilometri si scopre una natura incontaminata e selvaggia tra inebrianti aromi e odori di piante selvatiche. I tramonti mozzafiato e gli scorci panoramici sull'ampia distesa di mare fanno di Campiglia una meta incantevole. Questa località è il punto di arrivo e di partenza per diverse escursioni.

Anche il sentiero numero uno delle Cinque Terre, che collega Monterosso a Portovenere, passa di qui.
È la meta ideale per itinerari culturali alla scoperta delle antiche tradizioni della vite. I terrazzamenti coprono tutto il versante fino al mare. Le escursioni sono gradevoli durante tutto l'arco dell'anno, il clima è temperato grazie soprattutto alla costante brezza marina.
Il simbolo di questa località è il campanile monumentale in pietra arenaria, situato sul picco di una collina di 400 metri d'altezza. È facile riconoscerlo da diversi punti della zona, anche da molto lontano.
Da visitare la chiesa di Santa Caterina che si trova nella piazza di Campiglia risale al 1326 e venne successivamente ingrandita. Interessante è anche il mulino a vento, poco fuori dell'abitato, con una scala in pietra esterna ben strutturata e la copertura a cupola del piano terra. Si ritiene che possa risalire al pieno XVII secolo.