Dal 27 novembre al 2 dicembre 2017 si svolge la III edizione della settimana della cultura classica. Scopo dell’iniziativa è diffondere la conoscenza del mondo classico e promuoverne lo studio tra i giovani

Il parlare quotidiano trabocca di idem, spade di Damocle e talloni d’Achille, ma affinché le radici del nostro linguaggio e della nostra civiltà non vadano perdute o relegate su scaffali polverosi, occorre promuovere lo studio del mondo classico.

A questo punta la Settimana della cultura classica, giunta alla sua III edizione. Dal 27 novembre al 2 dicembre 2017, l’evento sosterrà la diffusione della cultura classica tra le giovani generazioni e presenterà i curricula formativi che la riguardano. Novità di quest’anno l’OrientaClassico, un contenitore multimediale gestito dall’Ufficio Scolastico Regionale e relativo a tutte le attività di orientamento in ingresso.

L’iniziativa si articola in due percorsi: Junior, con laboratori riservati agli studenti delle classi terze della scuola secondaria di I grado e Senior, che comprende moduli di formazione, ricerca e sviluppo dedicati ai docenti dei licei.

Il percorso Junior prevede l’utilizzo di strategie innovative quali workshop, giochi linguistici, scrittura creativa e laboratori di drammatizzazione, tutte articolate attorno a 5 temi principali: “dal mondo antico all’Europa”, “il mito e la storia”, “geografie del mondo antico”, “viaggiatori dell’antichità” e “la casa e i mestieri”.

Per avvicinare il più possibile studenti e genitori alla realtà scolastica, per il quarto anno consecutivo anche in Liguria si terrà “la Notte Nazionale del Liceo Classico”, una serata durante la quale le scuole aderenti apriranno le loro porte a tutti i cittadini, proponendo iniziative personalizzate grazie alla partecipazione di docenti e alunni.