Un’antica residenza reale traboccante di ori, specchi e preziosi tessuti nel cuore della Superba. Un museo vivente che vanta un riconoscimento a livello mondiale come patrimonio UNESCO e ospita i capolavori di grandi artisti.

Immaginate l’incanto di un grande giardino affacciato sulla Superba. Aggiungete cascate di cristalli e oro, tessuti principeschi, sculture, tendaggi e soffitti che restituiscono storie di ninfe, eroi e déi. Immaginate tutto questo e avrete solo una vaga idea di quanto Palazzo Reale possa stupirvi.

Incastonato nella centralissima via Balbi, Palazzo Balbi Durazzo nasce come dimora patrizia nel 1643 per volontà di Stefano Balbi, ma dopo soli 30 anni diviene proprietà della famiglia Durazzo, che ne commissiona imponenti lavori di restauro. Nel 1823 il palazzo viene acquistato dai Savoia e diventa una delle residenze ufficiali della famiglia reale, motivo per cui oggi è universalmente noto come Palazzo Reale. Qui soggiornò il principe Oddone di Savoia, quartogenito del primo re d’Italia Vittorio Emanuele II; colpito da una grave malattia in tenera età, Oddone trascorse a Genova gli ultimi anni della propria vita, facendo di Palazzo Reale un vero e proprio tempio di arte e cultura. E proprio tra lo sfarzo della sua residenza genovese spirò durante la notte tra il 21 e il 22 gennaio 1866 a soli 19 anni.

L’opera del giovane e sfortunato principe è ancora oggi visibile nel palazzo, ma già nel 1925 la proprietà non apparteneva più ai Savoia poiché ceduta allo Stato insieme agli arredi e a tutte le opere ivi conservate. Tintoretto, Van Dyck, Piola, Bassano e Luca Giordano sono soltanto alcune stelle di questo immenso firmamento d’arte che il palazzo ancora oggi gelosamente custodisce. Da non perdere la meravigliosa Galleria degli Specchi, che ricalca quella di Versailles, e custodisce il racconto di vizi e virtù in un susseguirsi di sculture marmoree di epoca romana a cui si affiancano le statue di Filippo Parodi. E per finire l’intreccio di volumi del Ratto di Proserpina, capolavoro di Francesco Schiaffino.

Con il passare degli anni Palazzo Reale è diventato un museo, ma mantiene intatto il proprio ruolo di storica dimora patrizia: vi basterà salire il monumentale scalone d’ingresso per immergervi in un magico intreccio di ben 23 stanze che vi lascerà letteralmente a bocca aperta. 

Indirizzo: Via Balbi 10 – Genova

Telefono: 01027101

E-mailpalrealegenova@libero

Sitowww.palazzorealegenova.it

Orari: da martedì a venerdì 9.00/19.00 (ultimo ingresso ore 18.30) ; sabato 9.00/22.00 (ultimo ingresso ore 21.30) fino al 21 ottobre 2017 ; chiusura: 25 Dicembre, 1 Gennaio, 1 Maggio

Tags: