GET_YOUR_GPS_POSITION

Nervi in scena

All’Auditorium Emiliani di Genova Nervi è in programma la rassegna Nervi in Scena: commedie e spettacoli dialettali dal 14 gennaio al 26 maggio 2018

L’Auditorium Emiliani di Nervi apre le porte al teatro: domenica 14 gennaio inaugura la rassegna teatrale Nervi in Scena, stagione 2018. Un programma ricco di eventi che si protrae fino a primavera inoltrata, proposto da compagnie teatrali della scena locale.

Si incomincia con le avventure del signor Steva e della Giggia nel bizzarro tentativo di accasare la figlia con un ragazzotto benestante: I manezzi pe majâ na figgia, proposti dalla compagnia I Villezzanti, generano una concatenazione di situazioni surreali che illustrano al meglio l’archetipo della donna autoritaria di fine ‘800 all’interno delle mura domestiche (domenica 14 gennaio 2018, ore 16). Si prosegue con Che Oz di Mago, della compagnia teatrale La Pozzanghera: un’atmosfera fantastica che racconta la storia del Mago di Oz catapultato a Genova. Se siete pronti per sognare, sia che siate adulti che più piccini, allora è lo spettacolo adatto a voi (domenica 21 gennaio, ore 16). O pezu dovià ancun vegnì! Il gruppo teatrale Don Bosco Varazze presenta uno spettacolo dai toni comici ambientato in un tranquillo agriturismo in cui delle inconsapevoli galline creeranno non pochi problemi fra i protagonisti (domenica 28 gennaio, ore 16).

Ancora teatro dialettale con Zembo a Ponente, della compagnia I Malati Immaginari: il Commendator Gervasio licenzia chi apparentemente porta sfortuna finché arriva un impiegato molto particolare che creerà scompiglio e situazioni comiche (domenica 4 febbraio 2018, ore 16). Il laboratorio teatrale III Millennio presenta, poi, Plaza, Suite 719: tante vite e tante situazioni che si sono alternate nel corso di decenni nella stessa suite raccontate da una cameriera. A dimostrazione dello scorrere del tempo solo i piccoli dettagli, non il comportamento degli ospiti (domenica 11 febbraio, ore 16). Torna, ancora una volta, il genovese, con Altri Manezzi, della compagnia teatrale dell’Allegria: la più classica commedia degli equivoci, in cui si racconta la storia di una promessa di matrimonio e alcune situazioni che ne mettono a rischio la celebrazione. Risate assicurate fino alle tanto auspicate nozze (domenica 18 febbraio, ore 16). Si viaggia poi su un binario a scartamento ridotto: Ernesto è il protagonista di Tutto pe’n corpo de testa, della compagnia teatrale di San Fruttuoso. Annoiato pendolare della ferrovia Genova-Casella, Ernesto vede la propria vita stravolta a causa di un branco di cinghiali che, una mattina, attraversa le rotaie del tortuoso tracciato (domenica 25 febbraio, ore 16).

Nella Genova bene, esiste ancora una figura che sa tutto di tutti e prima di chiunque: la portinaia. Arriva all’Auditorium Emiliani A portea do condominio, commedia dialettale proposta dalla Compagnia de miacöi: nel condominio spiccano diverse figure, da un’attrice con un maggiordomo a un’anziana con una cugina sicula, pane per i denti della portinaia (domenica 4 marzo 2018, ore 16). L’omicidio di un’anziana contessa londinese è il tema centrale de Il mistero dell’assassino misterioso, commedia scritta a quattro mani da Lillo e Greg e diretta dalla compagnia teatrale Ladridarte. Incidenti e ritmi serrati fanno dello spettacolo un susseguirsi di colpi di scena conditi da un pizzico di comicità (domenica 11 marzo, ore 16). In arrivo, poi, una coinvolgente tempesta burlesque, con Schegge (omaggio a Dorothy Parker), della compagnia Cuori Liberi: un viaggio attraverso una società in cui conta soltanto l’apparenza. Protagonista è la donna, con le sue paure e le sue insicurezze che riesce a superare grazie al burlesque (sabato 17 marzo, ore 21). Si continua a ballare con la compagnia Tangueros, che presenta Il tango, prima va a teatro poi in milonga: ballo e divertimento per una serata tutta da vivere a ritmo di musica (sabato 24 marzo, ore 21).

E ancora, Meglio stasera che domani delle Officine Superbi Teatro (sabato 7 aprile 2018, ore 21). Quindi, Come ogni sabato della compagnia M&M: commedia dal ritmo incalzante, talvolta anche ai limiti del possibile, con due attori che interpretano sei diversi personaggi che si incontrano ogni sabato sera per trascorrere del tempo insieme (sabato 14 aprile, ore 21). Arriva, poi, la storia della regina Elisabetta I nello spettacolo I figli delle aquile della compagnia Le fusa: la lotta della regina per rimanere una donna e non trasformarsi in una generatrice di eredi fa da sfondo al racconto di questo particolare periodo storico (sabato 21 aprile, ore 21). In scena anche la riproposizione teatrale del film Eva contro Eva, della compagnia Palco Giochi: Eva fa carte false per raggiungere l’apice del successo ma, una volta arrivata, vede la fama sfuggirle dalle mani (sabato 28 aprile, ore 21).

La moglie di chi? È il primo spettacolo di maggio, promosso dalla compagnia dell’Albicocca: la storia di due amanti appartenenti ad opposte fazioni politiche che si troveranno, senza volerlo, immischiati in un delitto che darà vita a una concatenazione di situazioni esilaranti (venerdì 4 maggio 2018, ore 21). Si prosegue con Non ti pago della compagnia Crocogufo: una classica fiaba partenopea a lieto fine, dove il sogno e la realtà si alternano al l’ossessione per il gioco del lotto (sabato 12 maggio, ore 21). E ancora, L’importanza di chiamarsi Ernesto, della compagnia Stabile Rina e Gilberto Govi: il capolavoro di Oscar Wilde è riproposto da un gruppo teatrale dedito principalmente al teatro dialettale (sabato 19 maggio, ore 21). Si conclude con Gossip Party, di Chiamateci pure compagnia (sabato 26 maggio, ore 21).

Foto di: Collegio Emiliani - Ladridarte 

 

Per saperne di più

Altri contenuti vicino a te: 2

Please publish modules in offcanvas position.

 Facebook

 Twitter

 Pinterst

 whatsapp

 Google+

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.