Massimo D'Apporto, Teatro Nazionale, Stagione 2018-2019
Data fine evento: 28-05-2019

Teatro Nazionale, Stagione 2018-2019

Il cartellone completo del Teatro Nazionale di Genova, nato dalla fusione di Teatro Stabile di Genova e il Teatro dell'Archivolto. Gli spettacoli da ottobre 2019 a maggio 2019

C’è un nuovo teatro in città, una nuova straordinaria esperienza nata dall’unione tra il Teatro Stabile di Genova e il Teatro dell'Archivolto. Con 4 sale importanti a Genova, Teatro della Corte, Teatro Duse, Teatro Gustavo Modena  e Sala Mercato è tra le realtà teatrali più importanti di Genova e nazionali ed è stato recentemente riconosciuto come Teatro Nazionale dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Per la sua prima stagione, il Teatro Nazionale di Genova ha allestito un cartellone molto ricco, con grandi interpreti e 67 spettacoli (di cui 20 produzioni) di qualità per regia, scrittura, interpreti: si va da Ugo Dighero a Neri Marcorè, da Massimo Dapporto a Lucrezia Lante Della Rovere, da Lunetta Savino a Luca Barbareschi, Alessandro Haber, Elio Germano, Ficarra e Picone, Enzo Paci, Mauro Pirovano e Beppe Gambetta.

In più rassegne di teatro ragazzi per le famiglie e le scuole e una serie di importanti attività culturali.

Ecco il programma:

Dal 2 ottobre al 6 ottobre
Mistero buffo
Sala Mercato
Il più famoso rcconto di Dario Fo nella vibrante e divertente interpretazione di Ugo Dighero.

Dal 3 ottobre al 5 ottobre
Il Grigio - Reading
Teatro Duse
Recital del capolavoro di Gaber e Luporini, interpretato da Elio. La storia di un uomo che si allontana da tutto e da tutti, afflitto più da problemi personali che sociali che si ritira in campagna e viene disturbato da un fantomatico topo, il Grigio.

Dal 9 ottobre al 14 ottobre
Antropolaroid
Sala Mercato
Lo spettacolo  che  ha  rivelato  il  talento di Tindaro Granata al pubblico e alla critica: rielaborando la tecnica del “cunto”, Tindaro ci racconta la Sicilia  e  la  storia  della  sua  famiglia e attraversa  i  decenni  e  le generazioni, le relazioni e i sentimenti, i giochi e le emozioni.

Dal 9 ottobre al 21 ottobre
M come Méliès
Teatro Corte
Opera visionaria e fantastica di Marcial Di Fonzo Bo e Élise Vigier che mette al centro del racconto scenico la creazione del film Le voyage dans la lune, di Georges Méliès, punto di riferimento per i cinefili di tutto il mondo.

Dal 16 ottobre al 20 ottobre
Geppetto e Geppetto
Sala Mercato
Un dramma, una commedia: il tema, la famiglia. Problemi e sogni di Tony e Luca che ricorrono alla maternità surrogata. La difficoltà psicologica di essere considerati diversi da tutte le altre famiglie. Premio Ubu 2016 e Premio Hystrio 2017

Dal 23 ottobre al 25 ottobre
Una bestia sulla luna
Teatro Gustavo Modena
Nella vecchiaia Vincent ricostruisce la storia dei suoi genitori, Aram e Seta: una complessa vicenda familiare con sullo sfondo il terribile genocidio armeno.

Dal 23 ottobre al 27 ottobre
Pezzo di plastica
Sala Mercato
Commedia scritta dal drammaturgo e regista alla Schaubühne di Berlino: l’arrivo della nuova colf scatena un gioco divertente e malvagio. Pezzo di plastica è una critica aspra e tagliente delle dinamiche borghesi, familiari, sociali e politiche, della Germania d’oggi.

Dal 24 ottobre al 11 novembre
Alda. Diario di una diversa
Teatro Duse
La vita e l’opera di una poetessa straordinaria, Alda Merini in scena con la regia di Giorgio Gallione e le coreografie di Giovanni Di Cicco, con Milvia Marigliano

Dal 06 novembre al 18 novembre
John Gabriel Borkman
Teatro Corte
Opera complessa, austera e di raffinata di Henrik Ibsen con Gabriele Lavia e la regia di Marco Sciaccaluga.

Dal 6 novembre al 11 novembre

L'arbitro di Dio
Teatro Gustavo Modena
Una divertente commedia sul calcio irlandese di Robert Farquhar che diventa il ritratto amaro di esistenze disilluse, mascherate nella rivolta con la regia di Alberto Giusta

Dal 7 novembre al 18 novembre 
Razza di italiani!
Sala Mercato
Di Giorgio Scaramuzzino, scritto in collaborazione con l’ebraista Matteo Corradini affronta il tema dell’antisemitismo da una prospettiva insolita, rintracciando le testimonianze di vittime e carnefici all’indomani della promulgazione delle leggi razziali da parte del regime fascista.

Dal 13 novembre al 18 novembre
La lunga vita di Marianna Ucrìa
Teatro Duse
Da Dacia Maraini, con la regia di Daniela Ardini e con Raffella Azim un racconto di scalata sociale ai tempi della Sicilia del Settecento.

Dal 20 novembre al 25 novembre
Le rane
Teatro Corte
Presentato con successo al Teatro Greco di Siracusa, il capolavoro di Aristofane che abbatte il confine tra  cultura alta e bassa. Con la regia di Giorgio Barberio Corsetti con Salvo Ficarra e Valentino Picone

Dal 20 novembre al 24 novembre 
L'uomo, la bestia e la virtù
Sala Mercato
Tragicommedia pirandelliana che alla prima rappresentazione nel 1919 fece scandalo tra il pubblico milanese per gli inaspettati toni piccanti, salvo poi diventare una delle opere della produzione pirandelliana più rappresentate in Italia e all’estero.

23 novembre 
Petruska
Teatro Gustavo Modena
Di Virgilio Sieni, da La saga della primavera di Stravinskij, un’opera sulla relazione tra marionetta e tragedia, gioco e archeologia. Petruska è una marionetta e non è una marionetta, convive nei due mondi, trascendendo l’esistenza stessa dell’uomo per ascendere e cadere nuovamente nell’esperienza dell’umano. Prima dell’inizio dello spettacolo sarà proposta una lezione gratuita e aperta a tutti a cura di Virgilio Sieni.

Dal 27 novembre al 2 dicembre
Io e Pirandello
Teatro Corte
Sebastiano Lo  Monaco  ci  racconta  un  teatro  vissuto  visceralmente,  facendo  incontrare  la  propria  biografia  con quella di Pirandello, incrociando gli aneddoti della sua storia personale con i personaggi da lui interpretati.

Dal 27 novembre al 1 dicembre
Sangue matto
Sala Mercato
Di Nurkan Erpulat, regista e autore turco e da Jens Hillje, dramaturg alla Schaubühne di Berlino, prende  spunto  dal  film  francese  La  journée  de  la  jupe,  con Isabelle Adjani. L’attrice e regista Elena Gigliotti ha diretto la versione italiana a, interpretato da una classe di allievi attori della Scuola del Teatro di Genova.

Dal 04 dicembre al 08 dicembre
Eracle
Sala Mercato
Di Euripide: tragedia  atipica,  disperata,  in  cui  il  protagonista,  folle  e assassino, fa presagire certi antieroi tutti novecenteschi.  Eracle è nato lo scorso anno come esito del percorso di formazione degli allievi della Scuola di Recitazione del Teatro di Genova

Dal 5 dicembre al 8 dicembre
L'abisso
Teatro Gustavo Modena 
Davide  Enia  in teatro come regista, autore e attore, coniuga visionarietà, poesia e narrazione popolare, e erede della tradizione del cunto, la nobile arte dei cantastorie siciliani

Dal 6 dicembre al 7 dicembre
Tempesta
Teatro Corte
Aterballetto, una delle realtà più importanti della coreografia  europea,  mette  alla  prova  la  danza  e  la  sua  capacità  di  raccontare  storie  e  personaggi,  ispirandosi  a  un  capolavoro teatrale come quello di Shakespeare.

08, 27, 29 dicembre
Panni sporchi - Circumnavigando Festival

Dal 11 dicembre al 16 dicembre Teatro Duse
Finale di partita
Il testo scritto da Beckett nel 1956, regia di Andrea Baracco con Glauco Mauri e Roberto Sturno: la condizione umana,  segnata  dalla  sofferenza  e  dall’assurdità  dell’essere, dei limiti e delle possibilità della libertà individuale, della solitudine di ciascuno di fronte al mondo.

Dal 14 dicembre al 20 dicembre
Teatro Gustavo Modena
Alichin di Malebolge
In dialetto falso/lombardo-veneto, Bonavera gioca con la fantasia nel mondo della Commedia
Dantesca, raccontando la storia di Alichino, un  diavolo  che,  inseguendo  Dante  e  Virgilio,  finisce  fuori  dall’Inferno.

Dal 18 dicembre al 23 dicembre
Teatro Corte
Un borghese piccolo piccolo
Da Vincenzo Cerami, con la regia Fabrizio Coniglio, intepretato da Massimo Dapporto è ispirato il celebre  film  di  Mario  Monicelli.  È la  storia  di  Giovanni  Vivaldi,  un uomo mite, serio lavoratore che, pur di “sistemare” il figlio Mario, è disposto a seguire tutte le “scorciatoie” del sottopotere italiano.

Dal 27 dicembre 2018 al 3 gennaio 2019
Teatro Corte
Colpi di timone
di Vicenzo La Rosa e Gilberto Govi, regia Jurij Ferrini: un classico Goviano. La storia di Giovanni Bevilacqua che vorrebbe prendere le distanze stanco del mondo corrotto che quando sa di avere ha pochi mesi di vita, inizia a dire tutto quello che sa e pensa, in un crescendo di risate amare.

27 dicembre Teatro Gustavo Modena
100% Circus - Circumnavigando Festival

Dal 28 dicembre al 05 gennaio
Teatro Duse
Poker
Di Patrick Marber, regia Antonio Zavatteri.  Commedia  leggera e crudele al tempo stesso, con padre e figlio che ogni domenica sera giocano a poker con due camerieri e un cuoco giocano dopo  la  chiusura fino a che non irrompe un nuovo giocatore.

29 dicembre
Gaia Gaudi - Circumnavigando Festival
Teatro Gustavo Modena  

Dall’ 8 al 13 gennaio
Chet!
Teatro Gustavo Modena 
Di Leo Muscato e Laura Perini regia Leo Muscato con Paolo Fresu alla tromba
Racconta l’epopea umana e musicale del trombettista per dare voce a Chesney  “Chet”  Baker  è  una  maschera  tragica,  forse  l’anti-eroe  per  eccellenza  di  un  dramma  assurdo  eppure  comune.

Dal 09 gennaio al 20 gennaio
Salomè
Teatro Corte
Di Oscar Wilde, regia di Luca De Fusco, con Eros Pagni. La danza dei sette veli di Salomè per il teatro contaminato con la danza, la musica e il cinema prediletto da Luca De Fusco.

Dal 10 gennaio al 20 gennaio
Don Chisciotte
Teatro Duse
Da Miguel de Cervantes, di Pino Petruzzelli e con Mauro Pirovano: il viaggio di due amici stralunati, Don Chisciotte e Sancho Panza

Dal 15 gennaio al 19 gennaio
Enrico IV
Teatro Gustavo Modena 
Di Carlo Cecchi da Luigi Pirandello: il vero tema dello spettacolo è il teatro nel teatro e il teatro del teatro.

Dal 22 gennaio al 27 gennaio
Don Giovanni
Teatro Corte
Di Molière con la regia di Valerio Binasco: un nuovo Don Giovanni, poco più di un delinquente, il risultato di desideri compulsivi e viziosi, che sta solo bene con se stesso.

Dal 29 gennaio al 3 febbraio
Questi fantasmi!
Teatro Corte
Di Eduardo De Filippo, regia Marco Tullio Giordana: il capolavoro di Eduardo diretto da un grande regista di oggi.

Dal 30 gennaio al 3 febbraio
La favola del principe Amleto
Teatro Duse
Di Wiliam Shakespeare versione italiana, Cesare Garboli adattamento e regia Marco Sciaccaluga con gli allievi della Scuola di Recitazione.

Dal 30 gennaio al 3 febbraio
La mia casa è dove sono
Sala Mercato
Di Emilia Marasco e Carla Peirolero: la casa  e lo  spaesamento, tema comune non solo a  molti  giovani  migranti  che  arrivano  o  nascono  in  Italia  da  genitori  stranieri  ma  anche  ai  molti  giovani  italiani  costretti  ad emigrare.

Dal 05 febbraio al 10 febbraio
I miserabili
Teatro Corte
Il grande romanzo di Victor Hugo, in scena con Franco Branciaroli nel ruolo di Jean Valjean, regia di Franco Però.

Dal 05 febbraio al 10 febbraio
Così è (se vi pare)
Teatro Duse
Filippo Dini regista e attore pluripremiato affronta con un cast giovane la commedia di Pirandello che ha un  caustico sguardo sulle dinamiche familiari.

Dal 12 febbraio al 17 febbraio
Ragazzi di vita
Teatro Corte
I “ragazzi di vita” raccontati da Pier Paolo Pasolini nel suo primo romanzo. Sulla scena nuda 19 giovani attori interpretano esistenze genuine e spregiudicate con la regia di Massimo Popolizio.

Dal 15 febbraio al 17 febbraio
La lista
Teatro Duse
Salvare l’arte: il capolavoro di Pasquale Rotondi, di e con Laura Curino e regia di Gabriele Vaci. Storia di un semplice soprintendente che ha silenziosamente salvato quasi diecimila preziosissime opere d’arte italiane dalla rapacità nazista e dalla distruzione bellica.

Dal 19 febbraio al 24 febbraio
Un momento difficile
Teatro Corte
Di Furio Bordon, regia Giovanni Anfuso, con Massimo Dapporto. La figura del protagonista e della sua anziana mamma, giunta al capolinea della vita.

Dal 19 febbraio al 10 marzo
Tango del calcio di rigore
Teatro Gustavo Modena
Quarant’anni dopo i Mondiali del ’78 in Argentina, quando nel paese imperversava la feroce dittatura di Videla, un bambino di allora, oggi adulto, cerca di ricostruire il suo passato di appassionato di calcio, recuperando storie di “futbol”, a cavallo tra mito, realismo magico e realtà storica.

Dal 21 febbraio al 24 febbraio
Maria Callas Master Class
Teatro Duse
Di Terrence McNally, regia Stefania Bonfadelli, con Mascia Musy. La  vita,  l’arte,  l’ascesa  e  il distacco dal mondo di Maria Callas, seguendo le lezioni che la cantante tenne alla Juilliard School di New York, tra il 1971 e il 1972.

Dal 26 febbraio al 3 marzo
Il gabbiano
Teatro Corte
di Anton Cechov
Elegante, raffinata, edizione del classico di Checov diretta da Marco Sciaccaluga con la novità di aver ripreso la versione del 1895, precedente alla censura zarista, grazie alla traduzione di Danilo Macrì.

Dal 1 marzo al 3 marzo
Buon anno, ragazzi
Teatro Duse
Di Francesco Brandi, regia Raphael Tobia Vogel.
Nata  dal  felice  incontro  tra  la  penna  di Francesco Brandi e l’estro visivo di Raphael Tobia Vogel, è  una  commedia  esilarante  sull’incapacità  di esprimere i nostri sentimenti con le persone che ci sono più vicine.

Dal 05 marzo al 10 marzo
Il padre
Teatro Corte
Una commedia  di  Florian  Zeller,  applaudita  in  tutta  Europa e  a  Broadway, poi  divenuta  film:  nell’interpretazione di Alessandro  Haber  e  Lucrezia  Lante Della Rovere il  progressivo,  devastante  avanzamento  di  un male  che  è  fra  le  piaghe  più  dolorose  del  nostro  tempo:  il morbo di Alzheimer.

Dal 08 marzo al 09 marzo
Easy to remember
Teatro Duse
Ricci/Forte,  duo  creativo  inarrestabile,  raggiunta  la  maturità espressiva, affronta l’opera poetica di Marina Cvetaeva.

Dal 11 marzo al 14 marzo
Vangelo secondo Lorenzo
Teatro Gustavo Modena 
La vita, l’azione, il pensiero di Don Milani si riverberano in teatro, nel testo, scritto a quattro mani da Leo Muscato, anche regista, e Laura Perini.

Dal 12 marzo al 17 marzo
Il penitente
Teatro Corte
Di David Mamet, regia Luca Barbareschi
La  storia  di  uno  psichiatra  che  si  trova  davanti  a  un dilemma  morale  quando  rifiuta  di  testimoniare  in  tribunale  a  favore  di  un  paziente,  accusato  di  avere  compiuto  una  strage, fino alle più estreme conseguenze.

Dal 15 marzo al 16 marzo
Il cielo non è un fondale
Teatro Duse
Autori, registi, performer inquieti e sensibili, Daria Deflorian e Antonio Tagliarini si sono affermati in tutta Europa con spettacoli dalla cifra stralunata e sospesa, in cui si interrogano su realtà e rappresentazione.

Dal 15 marzo al 17 marzo
La mia battaglia
Teatro Gustavo Modena 
Di Elio Germano e Chiara Lagani, regia e interpretazione Elio Germano
Un  attore,  o  forse  un  comico,  ipnotizzatore  non  dichiarato,  manipola  gli  spettatori  in  un  crescendo  di  autocompiacimento, fino a giungere, al termine del suo show, a una straniata  sospensione  tragica  con  una  drammatica  e  imprevedibile svolta.

Dal 20 marzo al 22 marzo
Bestie di scena
Teatro Corte
Ideato e diretto da Emma Dante, questo primo lavoro al Piccolo Teatro ha riscosso un successo straordinario: oltre 16mila spettatori hanno affollato  la  sala  Strehler.

Dal 21 marzo al 23 marzo
Tartufo
Teatro Gustavo Modena
Di Molière, adattamento e regia Roberto Valerio con Giuseppe Cederna. Versione del classico di Moliére che non si concentra sull’ipocrisia del protagonista ma sul suo anticonformismo.

Dal 26 marzo al 31 marzo
Odissea un canto mediterraneo
Teatro Corte
Circondati da musicisti saldamente ancorati alle radici della tradizione popolare, da  Antonio  Vasta  a  Kaballà  all’Orchestra  Popolare  di  Sicilia, Maifredi,  Mario  Incudine  e  Peppe  Servillo  ci  fanno  viaggiare da  una  sponda  all’altra  del  mare  nostrum,  alle  origini  della  nostra cultura.

Dal 27 marzo al 31 marzo
In nome del padre
Teatro Duse
Regia e interpretazione Mario Perrotta.
Indagine sulla mutazione delle famiglie millennials, la difficoltà di comunicazione e quanto di universale, eterno, resta ancora nel rapporto padre / figlio.

Dal 28 marzo al 30 marzo
Tuo per sempre
Sala Mercato
Dopo avere raccontato il vissuto degli adolescenti ispirandosi a letteratura e cinema con spettacoli come La Terza Onda, Come pesci in un acquario e Swing Heil!, Elena Dragonetti intraprende un nuovo percorso laboratoriale con un gruppo di studenti provenienti da diverse scuole superiori genovesi, scegliendo di confrontarsi con uno dei più noti testi shakespeariani.

Dal 29 marzo al 31 marzo
Macbettu
Teatro Gustavo Modena 
Interpretazione barbaricina del capolavoro shakespeariano. Nel buio inverno le streghe vestono le maschere dei carnevali della Barbagia, mentre  evocano  forze  primordiali.  Questo  è  il  potente Macbettu di  Sardegna  Teatro,  Premio  Ubu  2017  come  miglior spettacolo dell’anno.

Dal 2 aprile al 3 aprile
Cous Cous Klan
Teatro Gustavo Modena 
Spettacolo della la Compagnia Carrozzeria Orfeo, Cous Cous Klan ci trasporta in un futuro non troppo lontano in cui l’acqua è stata privatizzata e il divario tra ricchi e poveri è più allarmante che mai

Dal 2 aprile al 5 aprile
Romeo & Juliet (are dead)
Teatro Duse
La storia dei due celebri innamorati viene raccontata da tre personaggi, Romeo, Giulietta e Mercuzio, l’amico del cuore di Romeo nella loro lingua originale commentandole poi nell’inglese odierno.

Dal 4 aprile al 5 aprile
Animali da bar
Teatro Gustavo Modena 
Una commedia pop, dolente e grottesca, che riassume lo stile di Carrozzeria Orfeo. Sei personaggi, sei perdenti che provano a combattere, nonostante tutto, aggrappati ai loro piccoli squallidi sogni, a una speranza che resiste troppo a lungo

Dal 6 aprile al 7 aprile
Thanks for Vaselina
Teatro Gustavo Modena 
Di Gabriele Di Luca, dialoghi serrati e battute esilaranti, ritratto feroce dei paradossi della società contemporanea

Dal 9 aprile al 14 aprile
L'isola dei sogni
Teatro Corte
Un gruppo di delinquenti, in viaggio verso un carcere, fa naufragio e si finge parte di una compagnia teatrale. Spettacolo che cita La tempesta e De Filippo

Dal 11 aprile al 13 aprile
The Prisoner
Teatro Gustavo Modena 
Di Peter Brook. Un ragazzo seduto nel deserto davanti una grande prigione: Cosa lo ha portato lì? Che storia ha? Quali colpe? C’è qualcuno che lo guarda dal carcere? 

Dal 23 aprile al 28 aprile
La classe operaia va in paradiso
Teatro Corte
Dal film di Elio Petri del 1971 la storia di Lulù Massa, operaio stakanovista odiato dai colleghi che scopre la coscienza di classe dopo avere perso un dito. Con Lino Guanciale nel ruolo che fu di Volonté

Dal 7 maggio al 24 maggio
Spoon River
Teatro Gustavo Modena 
Spettacolo liberamente ispirato all’Antologia di Spoon River di Lee Masters e al concept album Non al denaro, non all’amore né al cielo di De Andrè con Ugo Dighero, regia di Giorgio Gallione.

Dal 9 maggio al 12 maggio
Acoustic Night 19
Teatro Corte
di Beppe Gambetta
Appuntamento dedicato alla musica acustica che da quasi vent’anni richiama pubblico da tutta Europa.

Dal 14 maggio al 19 maggio
Scene da un matrimonio
Teatro Corte
Per celebrare il centenario di Ingmar Bergman, lo Stabile di Napoli e la Fondazione Campania dei Festival hanno invitato Andrej Konchalovskij a dirigere l’adattamento teatrale di Scene da un matrimonio.

28 maggio
Mauro Negri in concerto
Teatro Gustavo Modena 
In occasione del 6° Memorial dedicato al Maestro Cesare
Marchini, l’Orchestra da lui creata si esibisce con Mauro Negri, clarinettista e sassofonista con al suo attivo collaborazioni con Kenny Wheeler, Stefano Bollani, Steve Lacy, Enrico Rava, Gato Barbieri, Paolo Fresu, Lee Konitz e molti altri.

Per maggiori informazioni: https://teatronazionalegenova.it/cartellone-della-stagione/

Tags:

Please publish modules in offcanvas position.

 Facebook

 Twitter

 Pinterst

 whatsapp

 Google+

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.