IL MAESTRO E MARGHERITA
Data fine evento: 17-05-2019

Il cartellone 2019 del Teatro della Tosse

Dal 10 gennaio al 19 maggio 2019 il cartellone 2019 del Teatro della Tosse. Drammaturgia contemporanea, teatro danza, ospiti internazionali e nuove proposte 

Il cartellone 2019 del Teatro della Tosse si intitola Dal vivo: il teatro deve essere un luogo vivo, sia nelle scelte artistiche, sia come punto di riferimento per la comunità. La Tosse considera centrale l'idea che il teatro sia un luogo dove sia piacevole andare per incontrarsi, per guardare, per ascoltare, per dibattere, per confrontarsi con gli altri, per formarsi come cittadini e per ri-crearsi.

Negli spettacoli restano centrali anche nel 2019 la drammaturgia contemporanea, il teatro internazionale e l’attenzione alle nuove proposte teatrali proveniente dal territorio, che creano la spina dorsale del nuovo cartellone. Il cartellone è firmato per il secondo triennio dal direttore Amedeo Romeo, in stretta sinergia con Emanuele Conte.

Ecco gli spettacoli nel dettaglio:

Dal 10 gennaio al 12 gennaio 2019: Le ragazze dis-graziate
Da Shakespeare-Manganelli-Cioran di Mario Jorio, con Sarah Pesca in scena.
Un pezzo teatrale sulla deliziosa invenzione dell’amore: ironico, romantico, passionale, perverso, tragico, che vuol essere un omaggio a tutte le donne con un’attenzione particolare alle protagoniste nella storia del teatro.

Dal 18 al 20 gennaio: Il Maestro e Margherita, coproduzione Tosse e Balletto Civile.
Da un’idea di Emanuele Conte, il capolavoro di Bulgakov diventa un evento teatrale capace di fare interagire danza, teatro, musica e arte visiva con la firma in regia di Emanuele Conte e Michela Lucenti.

Dal 24 al 27 gennaio: Andy Warhol Superstar.
Testo e regia di Laura Sicignano con Irene Serini nei panni del padre della Pop Art. Prodotto da Teatro della Tosse / Teatro Cargo.
Lo spettacolo indaga la biografia intima di Andy a confronto con quella pubblica: la sua curiosità per tutto ciò che era trasgressivo ed estremo e la sua fede cattolica, il rapporto con la madre, con gli USA, con i soldi e il potere, con il sesso e la castità.

Dal 2 al 3 febbraio: Shakespeare/Sonetti.
Versione italiana e adattamento teatrale Fabrizio Sinisi e Valter Malosti con la regia di Valter Malosti e le coreografie di Michela Lucenti.
I sonetti letti come un dramma. Valter Malosti dà corpo, a fianco di un performer e un musicista, ai caratteri evocati dal testo: un uomo maturo, un giovane e una donna. Una ricerca sul linguaggio poetico di Shakespeare e sulle possibilità di dialogo tra le arti della scena, che si avvale delle coreografie di Michela Lucenti.

Dal 5 al 6 febbraio: Se mia madre mi facesse a pezzi, nessuno mi verrebbe a cercare.
Regia di Elena Dragonetti, in prima nazionale il. Lo spettacolo è tratto dal romanzo canadese Et au pire, on se mariera di Sophie Bienvenu, tradotto da Sonia Fenoglio e Anna Giaufret e racconta la storia di Aïcha adolescente caotica e passionale nata e cresciuta nella difficile periferia di Montréal.

Dal 7 al 9 febbraio:  LES Irréels.
La Tosse esce dalle tre tradizionali sale per portare di Cie Creature nella vicina Chiesa di sant’Agostino, dove il pubblico sarà accolto da fantastici personaggi con sembianze di animali che vivono all’interno di divertenti e suggestive casupole. Ibrido tra un’installazione plastica e una performance poetica.

Dal 14 al 16 febbraio: Irene, Labbra.
Lo spettacolo affronta in maniera divertente, spiazzante e amara i tabù legati al sesso, al corpo e al rapporto con l'altro.

Il 22 e 23 febbraio: Ellis Island.
Un progetto multidisciplinare che comprende un “solo” teatrale, un documentario, un libro, e una mostra. Maurizio Igor Meta ha deciso di raggiungere gli Stati Uniti in nave cargo, attraverso l’oceano, per ripercorrere il Viaggio del suo bisnonno, che nel novembre del 1890 partì da Napoli in cerca di fortuna e lavoro, contribuendo a costruire le ferrovie della Pennsylvania Railroad.

27 febbraio: Falafel Express
Spettacolo della Compagnia Lumen in scena il realizzato con il sostegno di Campo Teatrale e Teatro della Tosse: graphic teatro che racconta la storia di Mahdì, figlio di padre egiziano e madre siriana, ragazzo nato e cresciuto in Italia, che a diciotto anni si sposta dalla sua cittadina nel sud Italia e va a Venezia per studiare lingue orientali.

Dal 28 febbraio al 2 marzo: Teatri Mobili
Spettacolo in scena in Piazza Sarzano dentro un camion/teatro che diventa palco per un massimo di 35 spettatori alla volta e ospita all’interno spettacoli unici e senza parole.

Dal 14 al 16 marzo: Sintomatologia Dell'esistenza
In scena il Teatro dell’Ortica con il Gruppo Teatrale Stranità, laboratorio di teatro sociale che il Teatro dell’Ortica conduce da oltre vent’anni in collaborazione con la Salute Mentale della ASL3 genovese.

Il 19 marzo: Giornata sull’identità maschile e sulla paternità
Per celebrare la festa del papà una giornata di sensibilizzazione all’ascolto e al cambiamento per uomini autori di violenza nelle relazioni affettive, nata con l’intento di prevenire e contrastare la violenza sulle donne e i minori. La giornata sarà coordinata dal psicoterapeuta Arturo Sica e racconta l’esperienza del progetto Lato Oscuro nato nel 2011.

Dal 21 al 23 marzo: Gli Sposi
Romanian tragedy di David Lescot con Elvira Frosini e Daniele Timpano, la storia di un’ordinaria coppia di potere, Nicolae Ceausescu ed Elena Petrescu, che hanno messo la Romania in ginocchio per oltre vent’anni.

Dal 28 al 30 marzo: Lebensraum
Con regia di Jakop Ahlbom, Lebensraum è un divertente omaggio al grande Buster Keaton, presentato per la prima volta in Italia alla Biennale di Venezia 2018. Lebensraum è teatro fisico con una punta di magia.

Dal 4 al 6 aprile: La sorella Di Gesu’ Cristo
Di e con Oscar De Summa in scena. Una ragazza prende in mano una pistola Smith & Wesson 9 millimetri e attraversa tutto il paese per andare a sparare al ragazzo che la sera prima, il venerdì santo della passione, l’ha costretta a subire una violenza.

Dal 9 al 14 aprile: Natale a Casa di Harry
Spettacolo tratto da un testo di Steven Berkoff del 1985: l’ambientazione è l’appartamento dove il protagonista vive da solo, o meglio, in compagnia di un se stesso piuttosto invadente. Ogni giorno per quattro giorni, tra il 21 e il 25 Dicembre, l’uomo parla con questo se stesso e ogni giorno fa o riceve una telefonata attraverso cui si intuiscono i rapporti che ha con il mondo esterno.

Ad Aprile, Passaggi – sguardi sulla morte la terza edizione della rassegna teatrale dedicata al tema del fine vita, che oltre a spettacoli teatrali proporrà una serie di incontri e laboratori su un tema ancora tabù per la nostra società.

Dal 3 al 5 maggio: Nessuna Pieta’ per l’arbitro
Di Emanuele Aldrovandi, regia di Marco Macieri e Angelo Ruozzi. Una famiglia che vive per il basket e una società post-ideologica, in cui sembra non riusciamo più a scegliere in base a principi di valore.

Dal 17 al 19 maggio: Come sono diventato stupido
Binario 7 torna alla Tosse tratto dal libro di Martin Page, caso letterario dei primi anni 2000, che racconta le disavventure del giovane Antoine affetto da una grave malattia: l’intelligenza. Per guarire da questo male prenderà una decisione drastica, diventare stupido.

Per informazoni: http://www.teatrodellatosse.it/

Tags:

Please publish modules in offcanvas position.

 Facebook

 Twitter

 Pinterst

 whatsapp

 Google+

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.