Entroterra e botteghe

La politica della Regione Liguria è orientata a sviluppare sinergie capaci di migliorare la qualità della vita delle nostre aree interne, sostenendo le attività economiche, quelle sociali e sviluppando la connettività per rendere attrattive le vallate e invertire la tendenza allo spopolamento e all'incuria del territorio.

Per farlo ha messo in campo alcune azioni in campo economico con l'attuazione di bandi per le imprese, innovativo con lo sviluppo della banda larga e del wi-fi, e del sociale con progetti a sostegno dell'invecchiamento attivo.

Come Sviluppo economico a partire dal 2016, sono stati attivati tre bandi che hanno messo in campo risorse regionali per dare ossigeno alle piccole botteghe artigiane dell'entroterra e ai negozi di prossimità, riconoscendo il valore di presidio sociale e il ruolo fondamentale nel constrasto allo spopolamento e all'abbandono di questi piccoli centri.

Per questo abbiamo ascoltato la loro voce, per capirne le difficoltà e per raccontare la caparbietà e la dedizione con le quali ogni giorno aprono le saracinesche delle loro botteghe.

Queste sono le storie di Paolo, macellaio di Torriglia, Orietta locandiera di Tavarone di Maissana, Sonia e Luigi con il loro alimentari a Isola del Cantone, Daniela e la sua bottega a Giusvalla e Nicole che vende “meraviglie” ad Apricale.

Per saperne di più
Potrebbero intteressarti anche

Vai a tutti i bandi per le imprese