Nelle chiese e nei santuari della Liguria, di solito, tra dicembre e febbraio, è tutto un fiorire di presepi, spesso autentici capolavori prodotti dalle botteghe d'arte e dagli artisti più eminenti dell'età barocca.
Essi sono la testimonianza di un'epoca di trascorsi splendori, che vide il popolo ligure appassionato cultore di queste straordinarie figurine in legno policromo - sacre famigli e glorie di angeli, re magi e paggi, popolane e mulatte, pastori e mendicanti, alfieri e armigeri, greggi e mandrie - con cui nei luoghi di culto e nelle dimore aristocratiche venivano allestite le grandi scene della natività, capaci ogni volta di rinnovare il misterioso incanto che scaturisce dall'incontro dell’arte con la fede.

Eccone alcuni allestiti quest'anno:

La tradizione mette i macachi tra pecorelle e pastori. Ma non si tratta dei simpatici primati…
Una gara sui social per accendere la Liguria per il Natale. Quale sarà l'illuminazione più bella?