Data fine evento: 07-07-2019

Giorgio De Chirico. Il volto della Metafisica

A Palazzo Ducale di Genova la mostra evento che celebra il genio artistico di De Chirico. Oltre 100 opere esposte, alcune mai viste sino ad oggi.
Dal 30 marzo al 7 luglio 2019

Un'opera d'arte per divenire immortale deve sempre superare i limiti dell'umano senza preoccuparsi né del buon senso né della logica. Giorgio De Chirico

A Genova nella prestigiosa cornice di Palazzo Ducale, dal 30 marzo al 7 luglio 2019, sarà allestita la mostra Giorgio De Chirico. Il volto della Metafisica. La rassegna, di eccezionale valore storico e artistico, presenta ben oltre 100 opere provenienti da collezioni pubbliche e private, tra cui alcune mai viste.

A 130 anni dalla nascita e a 100 anni dall’avvento che segnò la consapevolezza di una nuova pittura metafisica, Genova celebra il genio di un vero artista che non fu solo pittore ma scrittore, critico d’arte, saggista e divoratore di libri. De Chirico rappresenta l’evoluzione di un complesso sviluppo artistico, che va oltre i limiti e i confini dello spazio umano; una ricerca profonda che segna nella metafisica non un punto di approdo ma di partenza.

La “nuova” metafisica inaugurata da De Chirico e influenzata da Nietzche esplora una realtà pacificata come luogo della contemplazione dove lo spazio e il tempo assumono inaspettate prospettive. Sotto questa prospettiva, le opere create dal 1919 in poi, dai ritratti alle nature morte, dai nudi ai paesaggi, dalle piazze ai manichini assumono una nuova contestualizzazione. Attratto dalle opere antiche e dei grandi maestri, ne trae ispirazione realizzando addirittura delle copie: il presente e il passato, per il maestro, coesistono sullo stesso piano in una sorta di eterno ritorno.

Il percorso della mostra è diviso in grandi temi: Il Viaggio e il ritorno con opere come l’Ebreo errante, l’Ulisse (autoritratto), Ritorno di Ulisse; Il mondo degli esterni metafisici, con opere più note al grande pubblico, tra cui i panorami urbani, le piazze, i manichini, le muse inquietanti o i personaggi mitologici. E poi Gli Interni metafisica, La Natura  con le nature morti o vite silenti e a chiudere La Tradizione con i ritratti di chiaro gusto rinascimentale ispirati a Rubens o Velasquez e copie con libere interpretazioni di opere come Durer, Courbet, Renoir, Raffaello e il Perugino.

La mostra, che segna il ritorno di De Chirico a Genova dopo 25 anni dall’ultima esposizione, non solo permette di vedere opere straordinarie ma consente anche di ricostruire l’excursus artistico del pictor optimus.

Info
http://www.palazzoducale.genova.it/

 

Tags:

Please publish modules in offcanvas position.

 Facebook

 Twitter

 Pinterst

 whatsapp

 Google+

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.