Forse non tutti sanno che… a Savona si conservano le reliquie di San Valentino

Conosciuto oggi per l’annuale festa degli innamorati, San Valentino fu un martire cristiano, cittadino e vescovo di Terni dal 197, divenuto famoso per la sua carità e umiltà, per lo zelante apostolato e per i miracoli. Imprigionato sotto l’Imperatore Aureliano fu decapitato a Roma il 14 febbraio 273.

Il suo corpo fu trasportato a Terni, ma anche Savona può vantare di conservare qualcosa di San Valentino. Nella Museo del Tesoro della Cattedrale di N. S. Assunta di Savona, nella cappella di San Sisto, si conserva un braccio del Santo.

Due lapidi ne raccontano la storia. Sulla lapide più antica si legge che “il corpo del glorioso martire e pontefice San Sisto Papa primo” fu mandato in dono a Savona dal Papa Paolo V (con tanto di “scritture autentiche”, cioè che ne certificavano l’autenticità) e che tale pregiata reliquia fu deposta nella chiesa di San Giacomo il 12 Agosto 1612.
Inoltre la lapide precisa che “Dal lato destro, nel loco delle reliquie si conserva un bracio di Santo Valentino martire, la festa del quale si celebra alli 14 di febraro”.
Nella lapide inferiore si certifica che nel 1801 il braccio di San Valentino e il corpo di San Sisto I furono portati in Cattedrale e, nel Maggio1814, il corpo di San Sisto fu collocato nella cappella attualmente dedicata a lui.

Per informazioni: https://www.chiesasavona.it/cattedrale/news/san-valentino-2