Dal 13 luglio al 31 agosto 2019 l’incanto della musica su sagrato dei Corallini e torna violino di Uto Ughi per una stagione

Sarà Uto Ughi, accompagnato al pianoforte dall’immancabile Bruno Canino, ad aprire il 13 luglio 2019 il 56º Festival di Musica da Camera di Cervo. Un battesimo di grande livello che annuncia un festival indimenticabile: grande musica sotto le stelle in uno scenario naturale di impareggiabile fascino, con location incantate come il sagrato dei Corallini, l’Oratorio di Santa Caterina e l’Area Naturalistica Parco del Ciapà. Tra i grandi interpreti della musica classica, dopo il concerto di apertura, si alterneranno artisti già noti nel panorama internazionale e giovani talenti emergenti: grande protagonista il pianoforte con Andrea Bacchetti (17 luglio) e con Pietro De Maria (19 luglio).

A De Maria si unirà Dasol Kim (22 luglio) per due recital pianistici e una Masterclass nell’ambito delle “Giornate Géza Anda” (20-21-22-23 luglio.  Ancora pianoforte per il concerto di Vitaly Pisarenko, Omaggio a Vladimir Horowitz (24 agosto), e per l’evento di chiusura (31 agosto), con un repertorio per pianoforte a quattro mani proposto da Arnulf Von Arnim e Ian Fountain. Rimaniamo in ambito “classico” con il violino di Kevin Zhu, vincitore dell’edizione 2018 del Premio Paganini, accompagnato da Valentina Messa al pianoforte (22 agosto), con il non consueto duo violino-violoncello Vilde Frang e Nicolas Altstaedt (6 agosto).

Il prestigioso Quintetto d’Archi dei Berliner Philarmoniker (13 agosto), il Quartetto Calidore (31 luglio) e il Quartetto d’Archi dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo (18 agosto), che si esibirà su un altro palcoscenico magico, quello di Piazzetta San Martino nel Principato di Seborga. In collaborazione con il Teatro Carlo Felice ecco il concerto del 28 agosto con gli Archi all’Opera del teatro genovese e il soprano Benedetta Torre. Al filone classico anche appuntamenti con la musica jazz di altissima qualità con il ritorno di Paolo Fresu alla tromba, in trio con Daniele Di Bonaventura al bandoneon e Jaques Morelenbaum al violoncello (26 luglio); poi di nuovo pianoforte – ma in veste diversa – con Danilo Rea (16 agosto) e il suo recital Improvvisazione di Piano Solo.  Infine il cosiddetto Cross Over con Vittorio De Scalzi, Gnu Quartet, Maria Pierantoni Giua (voce, chitarra) e Luca Magariello al violoncello (9 agosto),  per una serata denominata Cervo incontra il Premio Tenco, in collaborazione, appunto, con Club Tenco; e con Le tre Sorelle (28 luglio), canti, tammurriate, tarantelle e pizziche dal sud Italia che troveranno palcoscenico ideale nell’Area Naturalistica Parco del Ciapà.
Concerto finale sabato 31 agosto 2019 alle ore 21.30 in Piazza dei Corallini: Arnulf Von Arnim e Ian Fountain, pianoforte a quattro mani.

Info
https://www.cervofestival.com/

Tags: