La Regione tutela e promuove i suoi artigiani. Scopri come ottenere il marchio che garantisce la qualità dei tuoi prodotti

Con una legge del 2003 la Regione si è posta a difesa delle lavorazioni artigianali. Come? Attraverso un marchio di origine che certifica la qualità dei propri prodotti.

Il marchio "Artigiani in Liguria" è attribuito alle imprese artigiane che valorizzano il territorio e si differenziano sul mercato. Un vero e proprio strumento di garanzia per il consumatore che riconosce così l’Artigianato Ligure di qualità.

Individuati dalla Commissione regionale per l’artigianato i dieci settori artigianali di nicchia, che rappresentano i più significativi e antichi mestieri del territorio.

Due gli approcci volti alla garanzia della valorizzazione del prodotto:

  • La certificazione di prodotto: la qualità del prodotto è data dal legame tra il prodotto artigianale e la zona di produzione originaria (ardesia della Val Fontanabuona, damaschi e tessuti di Lorsica, filigrana di Campo Ligure, sedie di Chiavari, velluto di Zoagli).
  • La certificazione di processo: a tutela di un processo produttivo diffusosi da tempo in Liguria, identitario dell’abilità e della maestria dell’artigiano ligure (vedi settori della ceramica, del cioccolato, della composizione floreale, del ferro battuto e del vetro).

La Commissione regionale per l’artigianato ha così realizzato dieci disciplinari di produzione: dieci documenti tecnici relativi a disposizioni produttive, che forniscono dettagli sulla caratterizzazione del prodotto e sulle modalità produttive dello stesso.

Aderire è davvero semplice. Ottengono il marchio regionale “Artigiani in Liguria” le imprese artigiane iscritte agli Albi provinciali dell’Artigianato, che presentano la richiesta di licenza d’uso del marchio attraverso il modello di adesione. Le imprese devono possedere i requisiti previsti dal regolamento d’uso del marchio e devono impegnarsi a rispettare il documento disciplinare produttivo di settore.

Ad oggi è possibile accedere al sistema presentando domanda per tutte le imprese artigiane - con sede ligure -  aventi come settore di competenza: l’arte orafa, la ceramica, il cioccolato, la composizione floreale, il ferro battuto e forgiato, la gelateria, la panificazione, la pasta fresca, il restauro artigianale e il vetro.

Gli artigiani interessati per ottenere il marchio “Artigiani in Liguria” devono presentare la domanda alle Camere di Commercio Liguri competenti per territorio.

Vedere per credere. Basta navigare sul portale www.artigianiliguria.it per rendersi conto del patrimonio artigianale ligure. Recensioni dettagliate, video descrittivi, excursus storici: tutto al servizio del consumatore, che può così iniziare ad apprezzare i prodotti a marchio “Artigiani in Liguria”.