Prorogata al 18 aprile 2020 la scadenza nuovo bando Botteghe

La proroga al 18 marzo 2020 è stata approvata nella Giunta dell'11 marzo, in risposta alla situazione attuale di emergenza sanitaria che sta fortemente limitando gli spostamenti e comportando chiusure di attività economiche e studi professionali, che rendono oggi particolarmente difficoltoso alle imprese potenzialmente interessate di poter cogliere le opportunità rappresentate da questo bando.

L'intervento in favore delle piccole imprese commerciali dell'entroterra (legge 3/2008) mette in campo risorse per 270 mila euro. Possono presentare domanda di contributo le piccole imprese commerciali destinate a svolgere la vendita al dettaglio, esclusiva di beni alimentari ovvero mista, effettuata in esercizi di vicinato.

Sono ammesse al contributo le spese (al netto dell'iva) relative a:

  • acquisto di arredi ed attrezzature "nuovi di fabbrica"
  • interventi di carattere edilizio
  • acquisto di scorte

L'agevolazione è concessa nella forma del contributo a fondo perduto nella misura del 40% dell'investimento ammissibile, nei limiti del regime "de minimis", per investimenti non inferiori a 5.000 euro e non superiori a 20.000 euro.

La dotazione assegnata al bando è pari a 270.000 euro.

La domanda di contributo, redatta secondo il modello (allegato B), deve essere spedita, per via telematica esclusivamente con e-mail generata da posta certificata (pec) a Filse spa al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Con questo interventi diamo continuità all'azione regionale, investendo nelle piccole botteghe quale presidio sociale irrinunciabile per gli abitanti dell'entroterra. In questa direzione si muove l'azione dell'amministrazione finalizzata a contrastare lo spopolamento patito negli ultimi quarant'anni dalle aree interne.

Vai al bando