Scopri le opportunità di investimento e le fasi del progetto nazionale e regionale per il rilancio delle ex aree industriali della Liguria

La Liguria ha iniziato il processo di riconversione delle aree di crisi industriale per creare nuove opportunità per le imprese esistenti e per le imprese che vogliono investire anche da fuori regione. Le politiche di rilancio per le Aree di crisi complessa del savonese per le Aree di crisi non complessa prevedono per gli insediamenti produttivi in queste zone, concrete opportunità di sviluppo e la possibilità di partecipare a bandi ministeriali e regionali dedicati.

Gli step per arrivare alla definizione e alla sottoscrizione di un accordo di programma di riconversione per l'area del savonese  e tutte le iniziative messe in campo dalla Regione per realizzare i progetti nelle Aree di crisi non complessa sono raccontati nella sezione dedicata del sito istituzionale.

Per 'lArea di crisi complessa (21 Comuni del savonese e Val Bormida): il recente bando Invitalia ha istruto ben 15 progettii per il bando 2018. La Regioen Liguria per il 2019 finanzierà bandi per 40 milioni di euro (di cui 10 milioni di Por Fesr) per attrarre investimenti nell'area del savonese.

Dall'entroterra alla costa la Liguria è pronta per attrarre investimenti, perchè qui l'impresa è qualità di vita.