Via libera a 3 milioni e mezzo per le piccole e medie imprese del savonese. Il bando si apre dal 5 al 15 marzo e dal 10 al 25 giugno 2019

Approvato il bando da 3 milioni e mezzo per sostenere i progetti delle imprese, anche micro, insediate nell’area di crisi complessa del savonese per promuovere la realizzazione di progetti complessi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale su poche aree tematiche di rilievo e l’applicazione di soluzioni tecnologiche funzionali alla realizzazione dela strategie di Smart Specialisation.

Il bando, a valere sull'Asse1 - azione 1.2.4 del Por Fesr Liguria, pone l'attenzione su quest’area del savonese, già oggetto di un bando nazionale del Mise che ha avuto notevole successo per numero di progetti presentati e di aziende coinvolte e del quale si attendono gli esiti, per proseguire il lavoro di recupero dell'area, consolidamento degli insediamenti e competitività. Concentrare e aggregare risorse e strumenti serve per massimizzare i risultati in una zona che è già pronta a tornare competitiva.

Le finestre di apertura sono due per consentire alle imprese di partecipare numerose e, qualora non rientrassero nella prima fase, permetterà loro di avere i tempi tecnici per presentare il progetto successivamente: 

  • dal 5 al 15 marzo 2019, con una dotazione assegnata di 2 milioni e 100 mila euro, pari al 60% delle risorse
  • dal 10 al 25 giugno 2019 con una dotazione di 1 milione e 400 mila euro pari al 40% delle risorse assegnate

Il bando riserva una quota di risorse pari al 60% della dotazione alle micro, piccole e medie imprese, di cui il 30% è destinato alle micro e piccole imprese.

La procedura online di presentazione dei bandi sarà attiva sul sito della Finanziaria ligure per lo sviluppo economico, Filse spa.

Vai al bando

Per saperne di più