Richiesti oltre 32 milioni di euro di finanziamenti per le imprese insediate nell'area

Si è concluso con l'esaurimento della dotazione finanziaria il bando da 12,5 milioni di euro a sostegno del sistema produttivo dell'area di crisi industriale complessa savonese. Sono arrivate 62 domande per una richiesta complessiva superiore ai 32 milioni di euro. I risultati testimoniano l'efficacia di una misura che Regione Liguria ha fortemente voluto per dare ossigeno a un territorio falcidiato dalle note crisi industriali.

L'intervento è costituito da 10 milioni nell'ambito dell'azione 3.1.1 del Por Fesr 2014-2020 e 2,5 milioni a valere sull'azione 3.2.1 del Por Fesr 2014-2020, con un'agevolazione concessa attraverso un finanziamento agevolato (nella misura del 75% dell’importo degli investimenti ammissibili) combinato con una sovvenzione nella forma di contributo a fondo perduto (fino alla misura massima del 25% dell’importo degli investimenti ammissibili).

I prossimi bandi, dedicati alle infrastrutture di ricerca e alla creazione d'impresa, usciranno nei prossimi mesi.

Per saperne di più