Percorso rosso Arte
  1. Ninfeo di Villa Borzino
    E’ situato all'ingresso del Parco su piazza Borzino; si tratta di una splendidagrotta a ninfeo decorata da una tessitura musiva contenente pietre pregiate, conchiglie, coralli, tessere vitree, copia perfetta del ninfeo di villa Sauli a Genova.
    Sul portale alcune figure di fauni e due scene raffiguranti due delle dodici fatiche di Ercole. Nell'incavo, opposto all'ingresso, si trova una vasca di marmo a forma di conchiglia con la testa della Medusa. Nei mosaici sono rappresentate scene di  caccia e nel punto più alto della volta c'è lo stemma ovale di Busalla.
  2. Villa Borzino
    La villa, ha forme neo-cinquecentesche e conta al suo interno 52 stanze. E’ di proprietà comunale dal 1972 ed è circondata da un parcoricco di alberi con viali e siepi di bosco; è punto di ritrovo  e divertimento per i bambini. 
  3. Via al Castello e Parrocchia "San Giorgio" di Busalla
    La Chiesa parrocchiale si presenta a tre navate: nella seconda campata della navata destra è possibile ammirare la tela di Pietro Raimondi, allievo di Domenico Piola, raffigurante La Vergine che appare a San Gaetano; di fronte a questa, nella navata sinistra, I Santi Giovanni Battista, Antonio Abate e Maddalena di Bernardo Castello.
  4. Palazzo Comunale e piazza E. Macciò
  5. Ponte Zuccarino (detto Ponte Vecchio)
  6. Parrocchia "San Giorgio" di Sarissola
    La parrocchiale Viene citata per la prima volta in un atto del 1196 anche se alcune vicende storiche fanno risalire la sua fondazione ancor prima. L'attuale struttura architettonica è risalente al 1913 quando la chiesa fu rivista in stile classico moderno a tre navate.
  7. Santuario di NS della Bastia e Rocca
    Il Santuario è dedicato al culto Mariano. La leggenda narra che, nella prima metà del 1600, dei contadini, di fronte all'attuale santuario, ritrovano in una fessura della rupe una statuina miracolosa della Madonna della Misericordia, la stessa che oggi si trova sul timpano esterno della facciata del santuario.
  8. Semino e Chiesa di San Martino
    La parrocchiale venne menzionata per la prima volta nel 1523 anche se la struttura sembrerebbe risalire al 1570. L'edificio fu ampliato nel corso del XIX secolo e il suo interno decorato nel 1919.
Camarza
E’ l’ultimo borgo comunale sulla strada verso Crocefieschi; al suo interno racchiude antiche case rurali, separate da stretti vicoli contorniati da caratteristici archi e la cappella di San Lorenzo( XVII sec.).
Percorso blu Curiosità
Percorso giallo Bambini
Busalla

ARTE: itinerario ROSSO

  1. Ninfeo di Villa Borzino
  2. Villa Borzino
  3. Via al Castello e Parrocchia "San Giorgio" di Busalla
  4. Palazzo Comunale e piazza E. Macciò
  5. Ponte Zuccarino (detto Ponte Vecchio)
  6. Parrocchia "San Giorgio" di Sarissola
  7. Santuario di NS della Bastia e Rocca
  8. Semino e Chiesa di San Martino
  9. Camarza

CURIOSITÀ: itinerario BLU

  1. Parco di Villa Borzino
  2. Tennis Club e Bocciodromo
  3. Laghetto di pesca sportiva
  4. Palestra Comunale di Sarissola
  5. Area sportiva di Pratogrande
  6. Area sportiva di Inagea
  7. Passeggiata Fabrizio De Andrè e Villa Bozano
  8. Trofie di castagne di Busalla
  9. Sciroppo di Rose

BAMBINI: itinerario GIALLO

  1. Parco giochi di Villa Borzino
  2. Parco Giochi di Sarissola (via G. Macciò)
  3. Area verde di Pratogrande
  4. Area giochi di Semino
  5. Biblioteca "Bertha Von Suttner"

Scoprite una cittadina nel cuore dall’alta valle Scrivia, a pochi chilometri da Genova. Cresciuta sulle rive di un importante torrente, ha un trascorso di domini feudali, lotte tra Guelfi e Ghibellini e storici saccheggi. Oggi è un tranquillo centro abitato, ideale per passare momenti rigeneranti nel verde. Vanta tracce ed esempi di valore architettonico, civile e religioso, come il suo castello, il ponte vecchio, la deliziosa Villa Borzino o la chiesa di San Giorgio in posizione panoramica. Passeggiate per le vetrine e i caffè del suo centro storico, poi accomodatevi e fatevi deliziare da specialità particolari e uniche come lo sciroppo di rose, una bevanda rinfrescante e dalle proprietà curative.

Scopri il comune con i tre percorsi colorati: Arte (rosso), Curiosità (blu) e Bambini (giallo).