Percorso rosso Arte

Torre dello scalo. Appartiene all'ultima strutturazione difensiva creata nel XV secolo. Sovrastava il "molo di pratica" che in seguito venne interrato dagli inerti delle cave e da altri residui solidi dovuti alla moderna urbanizzazione e al nuovo assetto viario.

Chiesa di San Sebastiano. In questo luogo sorgeva l’antica cappella rurale di San Sebastiano, di cui si ha notizia già nel sec. XVI. Secondo la tradizione, era stata costruita dagli abitanti di Cogoleto quale ringraziamento per avere, il Santo, salvato il paese da una grave pestilenza.

Parrocchia Santa Maria. L'antica Chiesa (consacrata l'11 aprile 1554), è demolita negli anni 1877-1878 e, nello stesso luogo, si effettuano i lavori per la costruzione di una nuova e più grande chiesa, sulla base del progetto e sotto la direzione tecnica dell’Architetto Maurizio Dufour. All'interno si possono ammirare diverse opere di pregio, tra cui una tela raffigurante trapasso di S. Giuseppe, la Crocifissione, una statua - in legno - della Santa Vergine ed affreschi di Raffaele Albertella.

Oratorio di San Lorenzo. Antichissimo oratorio sede dell’omonima Confraternita, probabilmente edificato intorno al 1200. Al suo interno è esposto un dipinto, espressione del barocco genovese, raffigurante il Martirio di San Lorenzo di Giovanni Battista Carlone (1603 - 1684); il presepe della scuola ligure del XVII secolo, costituito da figure intagliate nel legno e completate con vesti in stoffa dell'epoca; il Crocefisso processionale, del XVII secolo, su croce intarsiata e con "canti" cesellati in argento massiccio, ed alcune pregevoli opere di Gino Grimaldi.

Il Percorso della Calce. Il percorso valorizza alcuni aspetti della storia e tradizioni di Cogoleto relativi alla produzione della calce ed al trasporto via mare della stessa, con i bastimenti a vela anticamente presenti negli scali ed è costituito complessivamente da quindici formelle in ceramica che rappresentano scene inerenti.

Fornace Bianchi. Risale alla metà dell'Ottocento ed è testimonianza della grande attività di produzione di calcina che dal XV secolo in avanti ha contraddistinto la cittadina di Cogoleto.

Percorso blu Curiosità
Scarica percorsi

ARTE: itinerario ROSSO

  1. Partenza stazione FS
  2. Torre do Scalo (torre avvistamento Saraceni)
  3. Chiesa di San Sebastiano
  4. Parrocchia Santa Maria
  5. Oratorio San Lorenzo  - opere Gino Grimaldi
  6. Percorso della Calce
  7. Fornace Bianchi

CURIOSITÀ: itinerario BLU

  1. Esposizione permanente “C. Colombo” – Sede Comunale
  2. Bassorilievo  Cristoforo Colombo – facciata Sede Comunale
  3. Monumento Cristoforo Colombo – Piazza Giusti
  4. Casa natale di Cristoforo Colombo

BAMBINI: itinerario GIALLO

  1. Parco Villa Nasturzio
  2. Biblioteca Civica
  3. Parco giochi P.le Giovanni XXIII

Lungo una vecchia ferrovia tra gallerie e sbocchi sul mare, la pista ciclabile di recente realizzazione collega Arenzano a Varazze, passando per Cogoleto: borgo con spiagge ampie e ben attrezzate. In paese un importante restauro di archeologia industriale ha dato nuova vita ad un’antica fornace di calce visitabile, la Fornace Bianchi, testimonianza di una produzione per le fortificazioni di Calvi in Corsica e per Palazzo Ducale a Genova. Un percorso turistico nel centro storico ne racconta la storia attraverso formelle di ceramica. In zona si trova il Golf Club Sant’Anna, un diciotto buche che gli esperti reputano uno dei più bei campi d’Europa.
Dall’entroterra partono sentieri per il Monte Rama e il monte Beigua da percorrere a piedi, a cavallo o in MTB.

Scopri il comune con i tre percorsi colorati: Arte (rosso), Curiosità (blu) e Bambini (giallo).