Percorso rosso Arte
  1. Piazza De Ferrari

Questa grande piazza è il cuore della città, tutti l’hanno attraversata per raggiungere il Teatro Carlo Felice o per entrare a Palazzo Ducale per una mostra o un evento, hanno fotografato la sua splendida fontana arrivando dallo shopping di via XX Settembre e delle altre strade attorno.

 

  1. Piazza Matteotti

La piazza è dominata dalla grande facciata settecentesca di Palazzo Ducale; su un lato, l’ingresso alla chiesa del Gesù con i dipinti di Rubens e Guido Reni e le splendenti decorazioni barocche; poco lontano, l’antica Porta Soprana da un lato e la Cattedrale di San Lorenzo dall’altro.


  1. Salita Pollaiuoli

Vero ingresso al centro storico, questo ripido caruggio è ricco di gallerie d’arte, negozi curiosi, eleganti edicole votive; si trova qui quel caffè che Dino Campana descriveva come una “grotta di porcellana”.

 

  1. Torre Maruffo

Per vederla, bisogna alzare la testa fino oltre l’ombra del vicolo; oggi di proprietà privata, con i suoi 40 metri e la sua splendida muratura in pietra, è una delle pochissime torri sopravvissute della Genova medievale. Sotto la torre si possono riconoscere le arcate dell’antico porticato.

 

  1. Via Giustiniani

Oggi sembra un vicolo come tanti, ma era una delle strade principali dell’antica Genova, come dimostrano i tanti palazzi aristocratici lungo la via, alcuni compresi negli elenchi dei Rolli. Il più grande è il palazzo della famiglia Giustiniani, che dà il nome alla via, costruito nel XVII secolo.

 

  1. Torre Embriaci

Secondo la tradizione, la torre dell’XI secolo apparteneva a Guglielmo Embriaco “Testadimaglio”, eroe delle Crociate; per questo viene risparmiata quando i proprietari delle oltre 60 torri della città sono obbligati ad abbassarle. La merlatura guelfa è stata aggiunta nel Novecento. Secondo studi recenti, la vera Torre degli Embriaci è quella conservata sotto Casa Paganini mentre questa, della stessa epoca, apparteneva alla famiglia De Castro.

  1. Chiesa di Santa Maria di Castello

E’ una delle chiese più antiche e importanti di Genova, uno spazio di quiete e silenzio, uno scrigno colmo di capolavori d’arte, dai marmi romani riutilizzati (come molte delle colonne all’interno) alla decorazione delle cappelle, allo splendido percorso che attraversa i chiostri fra affreschi e dipinti straordinari, come L’Annunciazione di Giusto di Ravensburg, opera del Quattrocento che decora il secondo chiostro.

 

  1. Chiesa di Santa Maria in Passione

Sulla collina di Castello, dove si trovava il più antico insediamento della città, rimangono solo resti della chiesa quattrocentesca di Santa Maria in Passione, quasi distrutta da un bombardamento del 1942. Restano il campanile, e l’abside con i suoi eleganti stucchi.  Affreschi provenienti dalla chiesa sono conservati nel Museo di Sant’Agostino.

 

  1. Casa Paganini

Nell’edificio che ospitava il Convento di Santa Maria delle Grazie la Nuova ha sede Casa Paganini/Info Mus Lab, centro di ricerca di eccellenza che ricorda nel nome la casa natale di Paganini. Sotto l’auditorium, decorato da splendidi affreschi barocchi, si trova un’area archeologica importantissima, che conserva tracce delle mura preromane ed etrusche della città e le fondamenta della vera torre degli Embriaci.

 

  1. Chiesa Sant’Agostino e Teatro della Tosse

Piazza Renato Negri è dominata dalla splendida facciata gotica della chiesa di Sant’Agostino, fondata nel XIII secolo, con la sua caratteristica facciata a bande bianche e nere; la chiesa fa oggi parte del percorso del Museo di Sant’Agostino. Affaccia sulla piazza anche il Teatro della Tosse, che ospita nelle sue tre sale produzioni proprie e artisti e compagnie da tutto il mondo.

 

  1. Giardini Luzzati

Nel cuore del centro storico, uno spazio di aggregazione, cultura e divertimento che ha riqualificato e reso vivace e attiva tutta l’area. Al di sotto del Circolo è emersa un’area archeologica di grande importanza, con testimonianze dal I secolo a. C. in poi: i resti dell’anfiteatro romano, un pozzo del IV secolo, e le fondazioni di edifici dal XII secolo in poi.

 

  1. Chiesa di San Donato

Fondata nel XII secolo, è fra le più importanti testimonianze del romanico genovese. Alcune delle colonne, all’interno, sono romane. Nella cappella a sinistra, da non perdere l’Adorazione dei Magi, trittico del 1515 opera del fiammingo Joos Van Cleve. La chiesa ha una splendida torre nolare (campanaria) ottagonale.

Percorso blu Curiosità
Percorso giallo Bambini
Scarica i percorsi
ARTE itinerario ROSSO
  1. Piazza De Ferrari
  2. Piazza Matteotti
  3. Salita Pollaiuoli
  4. Torre Maruffo
  5. Via Giustiniani
  6. Torre Embriaci
  7. Chiesa di Santa Maria di Castello (visitabile dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18)
  8. Chiesa di Santa Maria in Passione
  9. Casa Paganini
  10. Chiesa Sant’Agostino e Teatro della Tosse
  11. Giardini Luzzati
  12. Chiesa di San Donato
CURIOSITA' itinerario BLU
  1. Piazza De Ferrari
  2. Palazzo Ducale e buca dei delatori
  3. Via Garibaldi
  4. Palazzo Tursi
  5. Chiesa del Carmine
  6. Piazza della Giuggiola
  7. Salita dell’Olivella – Chiesa di San Bartolomeo
  8. Mercato del Carmine
  9. Chiesa della Nunziata
  10. Chiesa di San Filippo Neri e oratorio
  11. Museo Via del Campo 29:rosso (aperto dal giovedì alla domenica: 10.30-12.30 / 15-19)
  12. Chiesa di San Siro
BAMBINI itinerario GIALLO
  1. Piazza De Ferrari
  2. Prosegui in metro fino a Stazione Principe
  3. Ascensore Montegalletto
  4. Castello D’Albertis (Museo aperto martedì, mercoledì e venerdì: 10-18; giovedì: 13-22 (fino al 13 settembre); sabato e domenica: 10-19)
  5. Casa di Montale
  6. Albergo dei Poveri
  7. Spianata Castelletto
  8. Ascensore panoramico

Divertente, elegante, multiculturale, marinara, teatrale, musicale, gustosa, storica, artistica…. 
Ma quante Genova ci sono?
Mille, forse anche di più. Perché la città di Cristoforo Colombo, della Repubblica Marinara potente e ricca, amata da pittori fiamminghi nel Rinascimento e patria di cantautori e poeti contemporanei, è un luogo magico. Certamente da visitare.
Partendo dai palazzi dei Rolli, patrimonio Unesco, arrivando all’Acquario e al Porto Antico, ovviamente passando attraverso i vicoli (i caruggi) e i Musei di Strada Nuova. E poi palazzo Ducale, i parchi, il borgo di Boccadasse, i grandi eventi come il Salone Nautico, lo shopping ricercato e le botteghe storiche. 
I sapori sinceri e forti del pesto e dei ristoranti che propongono pesce fresco. Genova vacanza superba, appunto.

Scopri il comune con i tre percorsi coloratiArte (rosso), Curiosità (blu) e Bambini (giallo).