Percorso rosso Arte
  1. Museo Etnografico e della Stregoneria
    Ospitato nella vecchia sede comunale, si è formato a partire dal 1983 allo scopo di salvaguardare la tradizione e le tracce della cultura contadina nell'alta Valle Argentina e a Triora, già oggetto delle appassionate ricerche di Padre Francesco Ferraironi.
  2. Antico Forno
  3. Largo Tamagni
  4. Cisterna Centrale
    Al di sotto si trova la Fontana Soprana, probabilmente la più antica di Triora, che riceve le acque di Curagalla e di Gorda Sottana prima che queste si immettano nella cisterna centrale ricavata sotto gli arconi dell'oratorio di San Giovanni Battista.
  5. Fontana Sottana
    La Porta Sottana conserva ancora tracce dei cardini in ferro e vi corrisponde la Fontana Sottana, costruita nel 1480 per iniziativa dei due massari del comune, come è testimoniato dall'iscrizione scolpita nella pietra. L'acqua proviene dalla Fontana Soprana, passando attraverso canali di pietra ricoperti con lastre d'ardesia e radenti i muri delle abitazioni.
  6. Palazzo Borelli
  7. Grotta di Lourdes
  8. Portali in Ardesia
    Recano scolpiti gli stemmi araldici delle famiglie
  9. Collegiata e Oratorio di San Giovanni
    Costruito nel 1632 in luogo di quello già esistente e già sede della confraternita nobiliare Dodici pilastri innalzano l'abside a livello della piazza; ricavata al di sotto degli arconi una grande cisterna, la cui acqua proviene dal grande pozzo sotto la piazzetta della collegiata. All'interno è conservata sull'altare maggiore la grandiosa opera artigianale in legno policromo del 1682, con al centro una pala raffigurante la Nascita del Battista, del pittore triorese Lorenzo Gastaldi.
Percorso blu Curiosità
Percorso giallo Bambini
Scarica percorsi

ARTE: itinerario ROSSO

  1. Museo Etnografico e della Stregoneria
  2. Antico Forno
  3. Largo Tamagni
  4. Cisterna Centrale
  5. Fontana Sottana
  6. Palazzo Borelli
  7. Grotta di Lourdes
  8. Portali in Ardesia
  9. Collegiata e Oratorio di San Giovanni

CURIOSITÀ: itinerario BLU

  1. Castello
  2. S. Caterina (Facoltativo)
  3. Poggio della Croce            (Luogo Romantico)
  4. Fontana Soprana
  5. Cabotina
  6. S. Dalmazzo
  7. Mes  Museo Etnostorico Della Stregoneria
  8. Palazzo Stella

BAMBINI: itinerario GIALLO

  1. Battistina    Piazza Mercato
  2. Isotta             Piazza Tommaso Reggio
  3. Franchetta           1^ Terrazza Cabotina
  4. Luchina             Piazza Castello

È un antico borgo medievale, sorto intorno all'anno mille, in valle Argentina, famoso per il processo alle Streghe.

Profuma di pane buono e di storie antiche, questo borgo immerso nella verdissima Valle Argentina, a solo mezz’ora di automobile da Arma di Taggia. A Triora ogni angolo vi può raccontare storie di strie e di basue, di streghe e magie. Alcune donne di Triora nel 1588 furono vittime di uno dei più sanguinosi processi per stregoneria in Liguria. Tutto è rimasto documentato negli atti che sono in mostra nel piccolo Museo Etnografico e della Stregoneria, all’inizio del paese.

Merita una visita anche la Cabotina, una piccola costruzione dove la leggenda narra che si riunissero le streghe. Visitare questo antico borgo è un vero piacere anche per la gola. Tra i prodotti tipici è da gustare il pane di Triora: scuro e casareccio, preparato con farina e crusca, fa parte dell’associazione dei 37 Pani d'Italia. È delizioso spalmato con un antico formaggio d’alpeggio: il bruss o bruzzo, ricotta fermentata con erbe e spezie dal sapore leggermente piccante.

Passeggiare per il borgo lungo i carruggi, sotto volte e archi scavati nella roccia, negli antri scuri di case diroccate, è come tornare indietro nel tempo. Ogni angolo mostra i segni del passato Un luogo dove perdersi con il naso all’insù per osservare tutta la sua bellezza architettonica. I portali d'ardesia, infatti, sono un’altra meraviglia di Triora: da quello gotico (sec. XII) della Collegiata, a quelli dei palazzi nobili, con i simboli delle casate scalpellati via nel periodo post-rivoluzionario francese, con le architravi scolpite, i marmi abrasi, i bassorilievi su pietra nera o ardesia, e sculture affascinanti.

Scopri il comune con i tre percorsi colorati: Arte (rosso), Curiosità (blu) e Bambini (giallo).