Percorso rosso Arte

  1. Chiesa San Nicola di Bari
    La chiesa medievale che sorgeva in luogo dell'attuale svolse, a partire dal 1223, funzione di pieve e fu dunque la chiesa più importante della zona. L'edificio attuale, che si deve al rifacimento settecentesco ad opera di Giobatta e Giacomo Filippo Marvaldi, conserva all'interno alcuni interessanti altari marmorei, testimonianza di un forte legame artistico tra maestranze genovesi e lombarde, un Crocifisso attribuito ad Anton Maria Maragliano e un coro ligneo del XVIII secolo.
  2. Chiesa dell'Assunta
    Costruita nel XIII secolo: meritevole di particolare attenzione è la zona absidale, decorata da archetti pensili poggianti su peducci antropomorfi. All'interno recenti restauri hanno reso nuovamente leggibili gli affreschi quattrocenteschi di Antonio Monregalese.
  3. Chiesa San Giovanni
    La primitiva costruzione, risalente al Mille, fu modificata nel XII secolo, quando l’impianto ad aula unica sostituì quello tripartito originano. Di grande interesse, seppure fortemente restaurata nell’Ottocento, è la copertura a capriate lignee risalente al XV secolo, in cui sono inserite numerose tavolette dipinte con il ciclo del mesi, i lavori dell'uomo nella campagna e le rappresentazioni dei santi. Vicino alla chiesa e l’oratorio di San Bernardino e Santa Croce, ricostruito nel XVII secolo, ma di origini più antiche, come rivela l’affresco con l’Annunciazione che decora la parete sud e che si deve ai fratelli Tommaso e Matteo Bisacci da Busca.
  4. Fontana del Melo
  5. Lona di P.zza Ranixe
    Piazza gioiello nel cuore del borgo.
Scarica i percorsi

ARTE: itinerario ROSSO

  1. Chiesa San Nicola di Bari
  2. Chiesa dell'Assunta
  3. Chiesa San Giovanni
  4. Fontana del Melo
  5. Lona di P.zza Ranixe

CURIOSITÀ: itinerario BLU

  1. Piazzetta Assunta
  2. P.zza Clavesana
  3. Parco giochi
  4. Sferisterio per gare sportive

Capitale della Communitas Diani, una comunità semiautonoma nella Repubblica di Genova, è oggi un borgo vivace che regala appuntamenti di grande interesse. Ben adagiato su un colle panoramico verso il mare e i monti, Diano Castello diletta i suoi ospiti con attività culturali, tornei sportivi e animate feste tradizionali. Non perdetevi la fiera di San Martino, con antiquariato e prodotti locali, e il falò della Merla che dà l’addio ai giorni freddi dell’anno. Artigianato e spettacoli teatrali trovano spazio nella festa patronale di San Nicolò, mentre per assaggiare le specialità enogastronomiche del ponente ligure c’è la famosa rassegna di vini e prodotti tipici.

Scopri il comune con i percorsi colorati: Arte (rosso) e Curiosità (blu).