Percorso rosso Arte
  1. Piazza Isoleri
  2. Scultura di Kriester
  3. Porta Albenga e Mura
  4. Oratorio di San Giovanni Battista

A margine dell'abitato più antico sorge l'oratorio di San Giovanni Battista, ancora oggi sede dell'omonima confraternita. All'interno sono stati rinvenuti due cicli di dipinti murali: l'uno, con la Vergine e il Bambino e una teoria di santi (XIV secolo) e l'altro, raffigurante alcune scene della Passione (fine XV - inizio XVI secolo).

  1. Torre di Bacciò
  2. Torre dell’Orologio

Dal 2016 la torre dell'orologio di piazza San Bartolomeo torna a splendere dopo decenni di trascuratezza.

  1. Chiesa di Santa Caterina di Alessandria
  2. Palazzi nobiliari
  3. Pozzo medievale

Al centro del borgo si conserva il pozzo medievale, divenuto simbolo di Villanova e fino agli anni trenta del XX secolo l'unico distributore d'acqua potabile per gli abitanti, con le catene e i secchi d'epoca.

Percorso blu Curiosità
Scarica Percorsi
ARTE itinerario ROSSO
  1. Piazza Isoleri
  2. Scultura di Kriester
  3. Porta Albenga e mura
  4. Oratorio di San Giovanni Battista
  5. Torre di Bacciò
  6. Torre dell'Orologio
  7. Chiesa di Santa Caterina d'Alessandria
  8. Palazzi nobiliari
  9. Pozzo medioevale
CURIOSITA' itinerario BLU
  1. Piazza Isoleri
  2. Torre di Giumin
  3. Torre du Nandu de Medeu
  4. Torre di Davidin
  5. Resti di macine lungo le mura
  6. Antica fontana pubblica
  7. Contrafforte post terrremoto 1876
  8. Resti antica scala al muro di cinta
  9. Portali pre e post 1250
  10. Gradini di accesso al camminamento
BAMBINI itineario GIALLO
  1. Piazza Isoleri
  2. Biblioteca - Sala Ragazzi
  3. Parco Giochi
  4. Parco Giochi

Da una parte l’aeroporto dall’altra i campi coltivati con le celebri violette e un paese medievale da visitare. Ecco Villanova d’Albenga. L’impianto del borgo risale al 1200. Fondato da Albenga per controllare gli accessi dall’entroterra, passeggiando nei suoi caruggi (vicoli) vi accorgerete che poco si è modificato nella struttura urbanistica a pianta poligonale.

Le mura conservano ancora dieci torri merlate e circondano ancora per buona parte tutto il centro storico. Al centro il pozzo medievale, simbolo della cittadina ancora funzionante fino agli anni Trenta, conserva i secchi e le catene dell’epoca. Interessanti e risalenti alla stessa epoca le chiese di Santa Maria del Soccorso detta “La Rotonda” e la chiesa di Santo Stefano di Cavatorio.

L’Aeroporto Clemente Panero collega Villanova d’Albenga e la Riviera di Ponente con tutta l’Italia e l’Europa per coloro che possono usufruire di voli privati. A poca distanza l’Ippodromo dei Fiori, dove si svolgono corse di trotto e galoppo e dove è possibile prendere lezioni di monta americana e effettuare escursioni nell’entroterra. Nei dintorni c’è il tesoro botanico delle celebri violette coltivate solo qui e raccolte tra la fine di ottobre e la fine di marzo. Con i petali le confetterie di Savona e Genova preparano oltre a succulente marmellate e confetture, anche le tradizionali violette candite.

Scopri il comune con i tre percorsi coloratiArte (rosso), Curiosità (blu) e Bambini (giallo).