Percorso rosso Arte

1.P.zza della Vittoria (Palazzo di città)

2.Via Buffa (Porta Sottana, Ghetto)

3.Via Buffa (Chiesa S.Lorenzo)

Nel centro storico di Cairo Montenotte svetta il campanile rosso della chiesa di San Lorenzo. Edificata là dove sorgeva un tempio romano in epoca medievale, la chiesa subì le trasformazioni più importanti nella prima metà del 1600. Al suo interno sono conservati opere del Maragliano, di Antonio Brilla e affreschi di Paolo Gerolamo Brusco

4.P.zza Stallani (Casa di F.Patetta)

Intellettuale di grande spessore, Federico Patetta ha insegnato diritto nelle università italiane (Macerata, Siena, Modena, Pisa, Torino e Roma) ed è stato nominato, nel 1933, Accademico d’Italia e ha fatto parte del Consiglio superiore della pubblica Istruzione

5.Via della Valle (Casa di G.C. Abba)

Partito dalla sua casa di via della Valle, Giuseppe Carlo Abba arrivò fino a Quarto, e da lì si imbarcò con Garibaldi per partecipare alla spedizione dei Mille. Combattente valoroso (partecipò, in seguito, alla terza Guerra d’Indipendenza), narrò le sue vicende e quelle della sua terra in poemetti, romanzi e saggi

6.P.zza XX Settembre (Prigioni)

7.C.so Italia (Comune)

8.Via Roma (Porta Soprana)

La via d’accesso da sud al borgo era Porta Soprana. Edificata nel XIV secolo, si tratta di una torre bassa a base quadrangolare con grande apertura a forma di ogiva in mattoni rossi e un’imponente merlettatura

9.P.zza Savonarola (Palazzo Scarampi, Ferrania Film Museum)

Palazzo Scarampi divenne, dopo l’abbandono del castello, nel 1637, la sede dei feudatari del borgo. Al suo interno si trovano la biblioteca civica e il Ferrania Film Museum: al suo interno sono raccolti i reperti che raccontano la storia della fabbrica e le vicende industriali che hanno interessato il borgo di Ferrania

10.Salita S.Anna (Castello dei del Carretto)

Costrutio tra l’XI e il XII secolo, il castello ha visto, nel corso dei secoli, il passaggio di convogli commerciali (dominava la via Magistra Langarum), nobili come Corradino di Svevia e poeti come Arnaut Daniel. La leggenda vuole vi sia passato anche San Francesco d’Assisi. Oggi ne restano i ruderi, dopo che fu abbandonato nel 1637 in seguito all’assedio da parte di Amedeo I di Savoia

Percorso blu Curiosità
Percorso giallo Bambini
Scarica percorsi

ARTE: itinerario ROSSO

  1.  P.zza della Vittoria (Palazzo di città)
  2. Via Buffa (Porta Sottana, Ghetto)
  3. Via Buffa (Chiesa S.Lorenzo)
  4. P.zza Stallani (Casa di F.Patetta)
  5. Via della Valle (Casa di G.C. Abba)
  6. P.zza XX Settembre  (Prigioni)
  7. C.so Italia (Comune)
  8. Via Roma (Porta Soprana)
  9. P.zza Savonarola (Palazzo Scarampi, Ferrania Film Museum)
  10. Salita S.Anna (Castello dei del Carretto)

CURIOSITÀ: itinerario BLU

  1. P.zza della Vittoria (Palazzo di città)
  2. Via Buffa (segni armi Napoleone)
  3. Via Buffa (targa alluvione)
  4. P.zza Stallani (meridiana e Rosa dei Venti)
  5. Via della Valle (già Via del Forno- Tire di Cairo)
  6. Via Palestro (Eso Peluzzi)
  7. Via Palestro (Bassorilievo)
  8. P.zza Savonarola (Caccia alle streghe)
  9. Sentiero Castello (Castello dei Del Carretto)

BAMBINI: itinerario GIALLO

  1. P.zza della Vittoria (palazzo di città)
  2. P.zza della Vittoria (Monumento Caduti)
  3. P.zza della Vittoria (parco giochi)
  4. P.zza della Vittoria (Torre di Gallo)
  5. Via Solferino (Nuvarin der Castè)
  6. Via Ospedale (Biblioteca)
  7. Corso Verdese (Grotte)
  8. Sentiero Castello (Castello dei del Carretto)

Antica stazione romana sulla via Julia Augusta, terra di guerre civili e religiose, qui la storia ha lasciato i segni nella natura, come i resti delle trincee, testimonianze della vittoria di Napoleone sugli austriaci. Scoprite le mura trecentesche con torrione, la possente porta e le rovine del castello. Tracce del passato che si allineano al rigore di luoghi sacri, dalle chiese ai santuari, dai conventi francescani alle abbazie millenarie. Vivete un’atmosfera suggestiva e mistica in un paesaggio di ruderi e di alture ricoperte di boschi. Qui anche la cucina sorprende per l’intensità dei sapori dei suoi ingredienti, dai tartufi ai salami preparati secondo antiche usanze locali.

Scopri il comune con i tre percorsi colorati: Arte (rosso), Curiosità (blu) e Bambini (giallo).