Percorso rosso Arte
  1. Torre Capitolare-Porta del Borgo

Portovenere conserva la Torre Capitolare, a sinistra della porta d’ingresso a via Capellini, la via principale anche chiamata il Carugio, Piazza Spallanzani, dove sorgeva l’antico centro preromano del Castrum Vetus, la chiesa di San Pietro.

  1. Carugio Scalinata Primo Capitolo Piazza Paolo Centenaro Scalinata Secondo Capito
  2. Chiesa di San Pietro - Grotta Byron

La grotta Byron - dal nome del poeta inglese George Gordon Byron che in questo luogo traeva ispirazione e meditazione per le sue opere letterarie - è situata presso lo sperone di roccia sotto la chiesa di San Pietro.

  1. Chiesa di San Lorenzo

La chiesa parrocchiale di San Lorenzo (XII secolo) si affaccia su un vasto piazzale nella parte alta dell'antico borgo marinaio di Portovenere, fortificato dai genovesi per il controllo dell'estremo levante.

  1. Mulini-Castello

Il castello Doria è un edificio difensivo sito in via al Castello a Porto Venere, nel Golfo dei Poeti. La fortezza è situata su un'altura rocciosa che domina il borgo marinaro ed è una delle più maestose architetture militari della Repubblica di Genova nel Levante ligure.

  1. Scalinata adiacente le Mura e Torri
  2. Torre Capitolare-Darsena
  3. Palazzata del Borgo vista sulla Palmaria

Una catena di vecchie case è costruita sul lungomare. A prima vista sembra che non ci sia niente di particolare, ma queste case sono davvero speciali. Dietro le case c’è una roccia e sembra che esse siano fissate sulla roccia ed appese sopra il mare. Le lunghe gallerie di scale uniscono il lungomare con la via principale di Portovenere, la quale si estende su un rialzo parallelamente alla linea costiera, proprio dietro le case.

  1. Prosegui in direzione Frazione Le Grazie (10 min. bus di Linea)
  2. Vele d’Epoca

Da venerdì 8 a domenica 10 giugno 2018, il borgo ligure delle Grazie ha ospitato la prima edizione di Le Vele d’Epoca nel Golfo, manifestazione dedicata alle barche a vela d’epoca e classiche.

  1. S. Signora delle Grazie - Convento degli Olivetani

Il monastero olivetano è adiacente alla chiesa di Nostra Signora delle Grazie. Si possono ammirare splendidi affreschi quattrocenteschi del pittore Nicolò Corso, che casualmente nel 1902 furono riscoperti nell’ex refettorio, del tutto dimenticati in seguito alla soppressione e il cui ritrovamento suscitò grande sorpresa e interesse; il restauro venne eseguito dopo tante vicissitudini nel 1977.

  1. Villa Romana

La Villa Romana del Varignano è situata in una posizione particolarmente felice, al fondo di una piccola valle ricca di acque, prospiciente il mare, circondata da un fundus coltivato a oliveto, forse anche con zone boschive e di pascolo.

Percorso blu Curiosità
Scarica percorsi

ARTE: itinerario ROSSO

  1. Torre Capitolare e Porto Del Borgo
  2. Carugio - Scalinata Primo Capitolo – Piazza Paolo Centenaro - Scalinata Secondo Capitolo
  3.  Chiesa di San Pietro – Grotta Byron
  4. Chiesa di San Lorenzo
  5. Mulini - Castello
  6. Scalinata adiacente le Mura  e Torri
  7. Torre Capitolare - Darsena
  8. Palazzata del Borgo – vista sulla Palmaria
  9. Prosegui in direzione Fraz. Le Grazie (10 min. bus di Linea)
  10. Vele d’Epoca
  11. N.S. Signora delle Grazie – Convento degli Olivetani
  12.  Villa Romana

CURIOSITÀ: itinerario BLU

  1. Piazza Bastreri - Inizio Sentiero AV5T
  2. Panoramica Canale ed arcipelago di Porto Venere
  3. Sentiero 516 Rifugio Muzzerone
  4. Direzione Borgo di Campiglia
  5. Piazza Bastreri - Via Santa Caterina - Sentiero 517 per Borgo delle Grazie
  6. Molo Doria e Molo Garibaldi - Imbarco traghetti per Isola Palmaria - Periplo dell’Isola

Se non volete perdervi una delle tratte più belle del Mar Ligure l’itinerario marittimo che suggeriamo è quello che da Genova arriva a Portovenere. Più di 100 chilometri in cui i profumi e i colori della macchia mediterranea si sposano perfettamente con i luccichii dell’azzurro del mare dando vita a scenari mozzafiato che solo la Liguria è in grado di offrire.

“Mi piacerebbe restare qui, preferirei non procedere oltre” disse, arrivato a Genova, Mark Twain nel 1867. Il nostro consiglio, invece, è quello di partire alla scoperta della costa ligure da ammirare da un punto di vista privilegiato; partire proprio dal Porto Antico di Genova, cuore pulsante di vita e turismo, in direzione levante. La prima tappa è Nervi, tipico borgo ligure con le case affacciate sul porticciolo, sormontato dalla collina di Sant’Ilario; da lì subito verso Recco e dopo soli cinque minuti di navigazione Camogli, uno dei borghi marinari più belli e amati della Liguria. Durante il viaggio si sussegue una bellezza dopo l’altra, ed ecco che passate Sestri Levante, Bonassola e le Cinque Terre si arriva a Portovenere: un agglomerato di casette colorate, patrimonio dell’Unesco assieme alle tre isole dell’arcipelago antistante il borgo (Palmaria, Tino e Tinetto), con una chiesa gotica che svetta in tutta la sua bellezza sul promontorio del Golfo dei Poeti.
Dopo una pausa che vi permetterà di godere delle tipicità del borgo non vi resterà che risalire sul battello e riprendere rotta verso Genova, magari programmando già un altro viaggio lungo la costa ligure.

Scopri il comune con i percorsi colorati: Arte (rosso) e Curiosità (blu).