Il foliage autunnale

Da fine settembre a novembre il Parco del Beigua, così verde d’estate, si tinge d’oro e di sfumature morbide come le coccole davanti a un caminetto.
Immergiti negli stupendi scenari dei suoi boschi, per rigenerarti al contatto con la natura o trovare l’inquadratura perfetta per uno scatto da condividere o, magari, conservare gelosamente come un prezioso ricordo.

Rosso, arancione, giallo: l'autunno ha i suoi colori tutti da vivere. Facili itinerari per tutta la famiglia o percorsi più impegnativi per gli appassionati di escursionismo ti condurranno alla ricerca di funghi accompagnato da esperti micologi o a scoprire il foliage, l’arcobaleno del bosco in autunno.
O, ancora, a fare una passeggiata naturalistica e culturale nella valle dell'Orba accompagnati dalle guide del Parco per imparare la tradizione delle castagne e i segreti della birra.

Trekking, foliage, rifugi, un’alba spettacolare da vivere tutti insieme: nel sito del parco tutte le date, appuntamenti e dettagli per ogni escursione. Il Beigua offre anche ospitalità in molte strutture ricettive aderenti al Marchio "Ospitali per natura".
Per prenotazioni e informazioni:
Ente Parco del Beigua Tel. 010 8590300 -
Guide del Parco Beigua cell. 393.9896251
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.parcobeigua.it

Per cominciare a divertirti puoi scaricare il depliant sul foliage spettacolare del Parco del Beigua: giochi, curiosità e informazioni per grandi e piccoli!

Piccoli esploratori crescono - I mille colori dell'autunno

Scopri tutte le iniziative del parco

Iniziative di ottobre 2019

Sabato 19

I FOSSILI DI SASSELLO

In occasione della 7a edizione della Settimana del Pianeta Terra scopriamo con la Guida del Parco, geologa, il sito fossilifero di Sassello: un viaggio indietro nel tempo per osservare gli splendidi esemplari di coralli fossili Oligocenici. Ma il patrimonio geologico del Geoparco non è solo questo: la visita guidata al Centro Visita di Palazzo Gervino ci farà conoscere le caratteristiche del geoparco con la possibilità di ammirare l’esposizione di campioni di filliti fossili del sito paleontologico di Stella Santa Giustina e i rari reperti fossili di Anthracotherium, un mammifero Artiodattilo suiforme, diffuso in Europa, Asia e probabilmente Africa, vissuto tra Eocene e Oligocene (50-23 milioni di anni fa).

Ritrovo: ore 15 presso Centro Visite di Palazzo Gervino, via G. Badano 45, Sassello Durata iniziativa: fino alle ore 19:30 circa Costo escursione: gratuita (iniziativa finanziata nell’ambito dell’accordo Regione Liguria - MATTM per la costruzione della Strategia regionale per lo Sviluppo Sostenibile) Prenotazione obbligatoria entro venerdì alle ore 12, Ente Parco del Beigua tel. 019. 4512050 - 393.9896251

Difficoltà: escursione adatta a tutti

 

Domenica 20

I SEGRETI DELLE BETULLE

Una facile passeggiata da Alberola ci condurrà al monte Avzè (1022 mt) e durante il percorso scopriremo insieme alla Guida del Parco le tante curiosità legate a questo albero dalla corteccia così particolare: sapete ad esempio che il Piptoporus betulinus, fungo parassita della betulle che le porta a lenta decomposizione, è stato ritrovato nel “kit di sopravvivenza” di Otzi, l’uomo del Neolitico trovato sulle Alpi nel 1991? Probabilmente veniva utilizzato essiccato come esca per accendere il fuoco.

Ritrovo: ore 9:30 presso Albergo Rifugio M. Cucco (Alberola) Durata iniziativa: giornata intera con pranzo al sacco Costo escursione: € 10,00 Prenotazione obbligatoria entro sabato alle ore 12, tel. 393.9896251 (Guide Coop. Dafne)

Difficoltà: escursione adatta a tutti

 

Sabato 26

JUNIOR GEOPARKER: “F COME FAGGETE FANTASTICHE”

Piccoli Junior Geoparker, seguite la Guida del Beigua in questa piacevole passeggiata tra le più belle faggete del Parco, rese magiche dai colori e dai profumi dell’autunno. Scopriremo insieme i segreti di questa stagione e capiremo perché le foglie di alcuni alberi si tingono di mille colori prima del riposo invernale.

Ritrovo: ore 14:30 presso Punto Informativo Pratorotondo “B.Bacoccoli” Loc. Pratorotondo Durata iniziativa: fino alle ore 17:30 Costo laboratorio: € 10,00 (compresa la merenda presso Rifugio Pratorotondo) Prenotazione obbligatoria entro giovedì alle ore 18, tel. 393.9896251 (Guide Coop. Dafne)

 

Domenica 27

DAL MARE AI MONTI: L’ANELLO DEI RIFUGI MERIDIONALI DEL PARCO

Una panoramica ed impegnativa escursione, accompagnati dalla Guida del Parco, attraverso i sentieri che da Pian del Curlo portano alla cima del Monte Tardia e quindi al riparo Belli Venti, da cui godere dell’ampia vista sulla costa ligure.

Ritrovo: ore 9:30 presso loc. Curlo, Arenzano Durata iniziativa: giornata intera con pranzo al sacco Costo escursione: € 10,00 Prenotazione obbligatoria entro sabato alle ore 12, tel. 393.9896251 (Guide Coop. Dafne)

Difficoltà: escursione impegnativa per dislivello, lunghezza o caratteristiche tecniche del terreno

Iniziative di novembre 2019
Iniziative di dicembre 2019

Lo sapevi che…

Il foliage è dovuto al fatto che le piante risparmiano energia per l'inverno e iniziano a non assorbire più nutrimento per le foglie, così al verde della clorofilla si sostituiscono il giallo e il rosso delle foglie secche.

Conosci il Parco del Beigua

Qui la parola d'ordine è biodiversità. Si, perchè il Parco del Beigua oltre ad essere il parco più vasto della Liguria, è una delle zone più ricche di varietà di piante, animali, paesaggi. Un mosaico di ambienti che si può apprezzare percorrendo anche brevi tratti, facili da affrontare con i bambini piccoli.

La Valle Gargassa offre laghetti, canyon e formazioni rocciose nelle quali l’acqua ha scavato forme spettacolari. La Foresta della Deiva, isolata e tranquilla, è il luogo perfetto per molte specie di uccelli e ospita piante tipiche della Liguria.

La Badia di Tiglieto, abbazia risalente al 1120, è uno scrigno immerso nell’autunno, il medievale Castello Spinola torreggia imponente sui boschi di Campo Ligure, il seicentesco Eremo del Deserto di Varazze è un antico romitorio circondato dal bosco, l’ottocentesco Forte Geremia, sulle alture di Masone, è un solido avamposto militare riconquistato dalla vegetazione. I borghi storici di Sassello e Rossiglione sono ricchi di tradizioni e specialità da assaggiare come gli amaretti, il delizioso miele e i funghi.

Continua a scoprire i tesori del Parco...

L'alfabeto della Terra

Pesci preistorici, squali e sirenidi nuotavano dove ora sorgono i monti, 30 milioni di anni fa. Nell’Oligocene conchiglie, piante, alghe vivevano nelle attuali aree del Parco del Beigua. Una vera e propria barriera corallina si estendeva vicino Sassello, dove ora crescono boschi e prati.

Ma come fare per capire ciò che resta dell’antichissimo
mondo preistorico?
La Terra ci parla con il suo alfabeto: conchiglie, pesci, foglie, coralli intrappolati nella roccia. Nulla più di una visita al Geoparco del Beigua può farci capire com'era il nostro pianeta moltissimo tempo fa. Nel parco si trovano frammenti dell’antico Oceano giurassico (tra i 200 ed i 145 milioni di anni fa) e fossili dell’Oligocene, conchiglie e coralli che un tempo vivevano sul fondo del mare o sulle terrazze marine a Varazze oppure nei canyon della Val Gargassa, a Rossiglione.
Visitarli, accompagnati da un esperto, ci farà entrare nel mondo della paleontologia e capiremo finalmente l’alfabeto del nostro pianeta.
I segni della Terra non saranno più un segreto.

Lo sapevi che…

Nella parte più meridionale del Beigua Geopark, tra Varazze e Cogoleto, si possono osservare le tracce delle antiche spiagge, poste anche 7 metri sopra l'attuale livello del mare.