The Times: può essere quello di una famosa nave affondata nel 1579

La nave ritrovata nei fondali davanti a Camogli è approdata sul The Times.

Il famoso quotidiano britannico racconta la sensazionale scoperta fatta dai due sommozzatori professionisti: Gabriele Succi ed Edoardo Sbaraini nei dettagli e non senza un po' di emozione.
“Durante un’immersione a una cinquantina di metri di profondità nella zona di Porto Pidocchio nell’Area Marina Protetta di Portofino – racconta Sbaraini -  abbiamo notato una serie di elementi lignei  e abbiamo capito che si trattava di un pezzo dello scafo. Siamo rimasti senza fiato…”

Gli occhi esperti dei due sub, già autori di un’importante scoperta sui fondali del promontorio di Portofino nel 2018, non si sbagliavano: una volta avvertita la Soprintendenza e avviate le ricerche, i primi risultati hanno confermato che si tratta di un relitto della prima età moderna. Una scoperta di grande interesse di cui sono noti pochissimi esempi nel Mediterraneo.

Attualmente sul relitto sono in corso approfondimenti della Soprintendenza per identificarlo e precisarne datazione e caratteristiche tecnico-costruttive.

Il mare di Punta Chiappa fu scenario nel 1579 del noto naufragio della grande nave ragusea Santo Spirito e S. Maria di Loreto, già oggetto di programmi di ricerca dagli inizi degli anni ’70 del secolo scorso, la cui storia può essere ricostruita grazie ai documenti conservati a Genova e in numerosi altri archivi italiani ed europei.

Ecco l'articolo su The Times: https://www.thetimes.co.uk/article/seabed-wreck-may-be-fabled-santo-spirito-santa-maria-di-loreto

Per approfondire: https://soprintendenza.liguria.beniculturali.it/?p=2246

Immagini tratte da https://soprintendenza.liguria.beniculturali.it/