Una mostra fotografica al Palazzo della Borsa di Genova, ben 50 anni di attività regionale con fatti ed eventi storici significativi. Dal 2 all'8 ottobre 2020

Giovedì 1 ottobre 2020, alle 16, al Palazzo della Borsa di Genova, nella Sala delle Grida, verrà inaugurata la mostra “Regione Liguria - I nostri primi 50 anni”, realizzata da Consiglio e Giunta regionali in collaborazione con Ansa.
Dopo l’inaugurazione seguirà il dibattito “1970-2020 - I nostri primi 50 anni. Il ruolo delle Regioni tra presente e futuro” sul ruolo delle Regioni, con la lectio magistralis di Lorenzo Cuocolo, professore ordinario di Diritto pubblico comparato presso l’Università di Genova.

La mostra, aperta al pubblico dal 2 ottobre, sarà visitabile fino a giovedì 8 ottobre al Palazzo della Borsa di Genova con orario di apertura dalle 10 alle 18 e poi "virtualmente" attraverso i siti di Regione e La mia Liguria, oltre che sui canali social ufficiali.

È un omaggio alla storia della Liguria attraverso gli eventi più importanti, istituzionali e non solo, sportivi, culturali e civili, che hanno caratterizzato l’ultimo mezzo secolo. 

Sono passati 50 anni dal quel 6 luglio 1970, data della prima seduta del Consiglio regionale della Liguria, tenutasi allora nella sala degli Arazzi di Palazzo Doria Spinola a Genova.
Da allora sono state ben 2152 le leggi promulgate dalla Regione Liguria nei suoi primi cinquant’anni di attività, sempre mirando ad assicurare le risposte normative più adeguate ai cittadini e al suo territorio.

L'esposizione è un viaggio nel tempo attraverso immagini diventate icone in cui si legge, in filigrana, la storia del secondo novecento ligure e italiano. Fatti di cronaca e costume: dal declino dell’industria alla crisi occupazionale, dall’elezione di Sandro Pertini ai funerali di Fabrizio De André, al G8 di Genova, al crollo di Ponte Morandi.

Eventi accompagnati dall’attività svolta dal Consiglio regionale, che ha seguito i problemi e le necessità che via via si sono presentate: dalle problematiche ambientali alla riscoperta della ricchezza del proprio patrimonio culturale e naturalistico, dal turismo di qualità al coronavirus. Le diverse immagini sono accompagnate, in parallelo, dalla narrazione di quale sia stata l’azione legislativa della Regione lungo gli anni, negli ambiti più diversi, dalla cultura all'ambiente, dai diritti all'economia fino alla lotta al Covid-19.

Una serie di oggetti e cimeli significativi integreranno i pannelli dell’ANSA: dalla mitica pipa del Presidente Pertini al mandolino di Fabrizio De Andrè fino alla chitarra acustica autografata da Gianni Morandi, dalla maglia della Sampdoria firmata da Mancini a quella del Genoa di Gennaro Ruotolo, dall’eccellenza dell’Istituto Italiano di Tecnologia, con Icub e il robot quadrupede HyQ2Max all’anfora romana fino all’atto di nascita di Natalina Garaventa detta Dolly, la mamma di Frank Sinatra.

Tags: