Ecco i 10 luoghi più votati in Liguria nel decimo censimento I Luoghi del cuore Fai

La classifica è ancora provvisoria, l’ufficializzazione arriverà a febbraio, ma la Liguria può già festeggiare il primo posto nei Luoghi del cuore Fai, il censimento che ogni anno assegna un primato ad un luogo amato ma da rivalutare in Italia.

Dopo quasi otto mesi di voti online, al primo posto nella classifica nazionale c’è la Ferrovia delle Meraviglie che collega Ventimiglia a Nizza e Cuneo, mentre un altro luogo ligure primeggia tra i primi dieci, la Chiesa di San Michele Arcangelo in Pegazzano a La Spezia in sesta posizione nazionale.

Una volta ufficializzati, i luoghi più votati verranno premiati a fronte della presentazione di un progetto concreto con 50.000, 40.000 e 30.000 euro assegnati rispettivamente al primo, al secondo e al terzo classificato. Al bene più votato via web sarà dedicato anche un video, storytelling o promozionale, curato dal FAI.

Ma quali sono i luoghi più votati in Liguria? Vediamo la classifica dei primi dieci!

1. Ferrovia delle Meraviglie
Un treno che parte dal mare e attraversa valli impervie, corre nella pancia di monti imponenti fino ad arrivare nella neve: è la Ferrovia Cuneo – Ventimiglia – Nizza, ferrovia realizzata quasi due secoli fa, con un tracciato che unisce l’Italia alla Francia, il Piemonte alla Liguria i monti al mare, la pianura alla costa labendo il famoso parco della Valle delle Meraviglie.
Gravemente danneggiata dalla serie di alluvioni che ha colpito il ponente ligure, necessita di interventi di messa in sicurezza e valorizzazione turistica.
Ha ottenuto 57794 voti.
CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE
2. Chiesa di San Michele Arcangelo a Pegazzano (SP)
Edificata nel 1348 e dedicata il 20 febbraio 1349, la Chiesa di San Michele Arcangelo a Pegazzano è sembre stata parte integrante del borgo di Pegazzano. Un affresco rappresentante San Michele Arcangelo nella lunetta dell'ingresso testimonia la devozione degli abitanti. Con il tempo, la chiesa è diventata anche importante per la memoria del luogo: l'archivio parrocchiale conserva la storia del posto da almeno 600 anni.
Ha ottenuto 16790 voti.

(immagine da sito FAI, https://fai-platform.imgix.net/media/liguria )
San Michele Arcangelo a Pgazzano (foto da sito FAI)
3. Villa Durazzo Pallavicini di Pegli, Genova

Barchette, laghi, fioriture e tempietti. Se avete sempre sognato di immergervi in un’atmosfera come questa, non vi occorre più la macchina del tempo. Il parco storico di Villa Durazzo Pallavicini a Genova Pegli propone un vero e proprio tuffo nel passato.

Potrete immergervi nell’antico fascino del parco come i Marchesi Pallavicini e i loro ospiti che, nella Genova romantica dell’800, trascorrevano i pomeriggi in barca, avvolti in costosi soprabiti e vesti variopinte.

Tra statue, scorci scenografici e la grazia degli alberi in piena fioritura potrete rivivere il parco così come lo aveva ideato Michele Canzio, scenografo e ideatore del percorso esoterico di Villa Pallavicini. La fioritura delle camelie, un trionfo di colori, profumi ed eleganza, da oltre 150 anni incanta chiunque abbia il privilegio di assistervi.

Al terzo posto in Liguria con 12384 voti.

VILLA DURAZZO PALLAVICINI A PEGLI
4. Monesteroli
È uno dei luoghi più suggestivi dell’intera Liguria. Monesteroli, piccolo borgo marinaro, si raggiunge attraverso una scalinata di quasi duemila gradini che scendono dalla collina sovrastante, passando tra boschi e vigneti per poi aprirsi in una discesa mozzafiato.
Un angolo unico al mondo che domina il mare con l’area protetta, dove soltanto il rumore della natura del vento e delle onde rompe il silenzio.
Ha avuto 7560 voti.
Monesteroli
5. Villa Pallavicini a Rivarolo
Un tempo dimora agreste dei Pallavicini, poi del comune di Rivarolo, oggi nel municipio all'interno del Comune di Genova, Villa Pallavicini è stata importante sede di rappresentanza in cui avvennero fatti storici importanti per Genova: nel 1793 vi si svolse l’incontro fra l’ambasciatore inglese Sir Francis Drake e Gian Carlo Pallavicini, già Doge di Genova, per difendere la neutralità della Repubblica Genovese, oppressa dai francesi da terra e dagli inglesi da mare. Nel 1815 Paolo Gerolamo vi ospitò sua Santità Papa Pio VII nel suo viaggio in fuga dall’esercito francese. E' stata sede di Carabinieri, Vigili Urbani, Banda Musicale e scuole per l'infanzia. Ha un valore molto importante per l'intera Valpolcevera.
Ha avuto 5698 voti.
(immagine da Wikimedia)
Genova_Rivarolo_Villa_Pallavicini
6. Convento di San Giacomo a Savona

Costruiti tra il 1471 ed il 1476 dai Frati Francescani Minori Osservanti, la Chiesa e il Convento di San Giacomo a Savona sono testimoni del “Rinascimento savonese” che culminò nell’elezione dei Papi Sisto IV e Giulio II Della Rovere.

La Chiesa e il Convento di San Giacomo a Savona sono tra i luoghi più amati dai savonesi.

Ha avuto 3558 voti.

Convento di San Giacomo a Savona
7. Santuario di N.S. del Deserto a Millesimo (SV)
Ubicato in una valle brulla e secca, chiamata per l'appunto "Deserto", il Santuario di N.S. del Deserto a Millesimo è circondato di boschi di castagno che sono da sempre una risorsa economica locale. Si racconta dice che una sacra immagine venne ritrovata in uno degli essicatoi per castagne presenti nella zona. Nel 1725 l'icona sacra fece il miracolo della guarigione di un ragazzo non vedente e da allora cominciarono i pellegrinaggi e le visite al luogo che venne successivamente ampliato nel 1867.
(Immagine Di Davide Papalini - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=35228699 )
Santuario di Nostra Signora del Deserto, Millesimo
8. Oratorio di San Rocco sull'Acquedotto Storico di Genova
Costruito nel 1642 per pacificare la popolazione dopo gli espropri e le contese dovute allla realizzazione dell'Acquedotto seicentesco, l’Oratorio di San Rocco giace sul percorso dell’Antico Acquedotto di Genova. E' attualmente in stato di rovina e necessita di essere salvato.
Ha avuto 2490 voti.

Edificato in varie fasi storiche, a partire dall’epoca romana, l’Acquedotto Storico di Genova segue lo sviluppo urbano e architettonico della città: dal giro del Fullo, tra Molassana e Prato, ai canali sui contrafforti di Trensasco ai grandi ponti sifone a Staglieno; venne progressivamente ampliato a una quote più alte così da poter raggiungere, grazie alla maggiore pendenza, i quartieri occidentali della città. Imponente opera ingegneristica, era responsabile dell’approvvigionamento idrico della città di Genova e operò fino ai primi del ‘900, anche se la sua acqua arrivava al quartiere del Molo ancora nel 1951.
oratoriosanrocco_FAI
9. Tempio valdese di Bordighera

Il Tempio valdese di Bordighera racconta la storia della comunità tedesca che ha sempre frequentato Bordighera e il ponente ligure. Fu costruito nel 1904 dall'architetto Orge von Kaufmann che costruì anche le tre cappelle simili in Italia a Gardone, Nervi e Capri.
Ha avuto 2074 voti.

tempio valdese di Bordighera
10. Santuario della Madonna dell'Eremita a Mallare (SV)

Il Santuario di Santa Maria dell'Eremita si trova in Val Bormida e fu già tempio romano nel VI secolo finchè non divenne chiesa parrocchiale. Per la sua particolare forma rotonda, bassa, piccola, poligonale all'esterno e con contrafforti semicircolari ed equidistanti viene chiamato di Santa Maria della Rotonda. La dedica a San Rocco avvenne in seguito alla scampata epidemia di peste del 1631.

 

Mallare, Santuario dell'eremita