A luglio e agosto quasi 5 milioni le presenze. La Liguria si conferma meta preferita da italiani e stranieri

Un’estate da record, quella 2021, per il turismo in Liguria: quasi 5 milioni di persone hanno scelto la Liguria per le loro vacanze a luglio e agosto.

Precisamente, le presenze sono state 2.389.705 a luglio e circa 3 milioni ad agosto, a conferma di come la nostra regione sia amata in Italia e all’estero e di come il nostro territorio sia stato percepito come sicuro per trascorrervi le vacanze e scacciare i fantasmi della pandemia.

Un deciso incremento rispetto anche al 2019, l’ultima stagione prima della pandemia, in cui la Liguria aveva già dimostrato di essere tra le mete preferite da italiani e stranieri, un vero balzo in avanti nella classifica delle regioni più visiate e apprezzate d’Italia.
Merito certamente della bellezza del territorio, ma anche della sua diversificazione e le sue eccellenze: il Tigullio si è consacrato polo del lusso, il Ponente si conferma meta per gli amanti della natura e del mare, le Cinque Terre sono un'attrattiva internazonale, mentre l’entroterra ligure continua a crescere e riserva grandi sorprese per chi ama i tour enogastronomici.

Gli stranieri sono cresciuti del 33% rispetto al 2020: in particolare i tedeschi (numeri ricavati anche grazie all’elaborazione dei dati di Liguria Digitale), sono stati il 92% in più della scorsa estate. In crescita i turisti dalla Svizzera (+ circa 60%) e le presenze da Austria, Belgio e Paesi Bassi. Molto particolare l’andamento degli americani: praticamente assenti nel corso del 2020, già a inizio giugno sono tornati in Liguria, registrando a luglio un +96%. Certamente gli stranieri hanno valutato la nostra regione come sicura e apprezzato la polizza assicurativa in caso di problemi legati al Covid.

I turisti italiani, sempre rispetto a due estati fa, sono aumentati di quasi il 5,5%. Importante la crescita negli agriturismi: rispetto al 2019 le presenze degli italiani a luglio sono cresciute del 27,4% (+75,61% nell'imperiese, +5,16% nel savonese, +26,54% nell'area genovese, +24,35% nello spezzino). Questo conferma che la gente ha sempre più voglia di scoprire territori, gusti, storie e tradizioni vicino a sé.
Che i saperi e i sapori facciano da traino per la ripartenza della Liguria lo dicono anche i dati del Rapporto sul Turismo enogastronomico italiano 2021: le experience legate all’enogastronomia sono rilevanti per il 71% delle persone nella scelta della destinazione di viaggio, con una ulteriore crescita rispetto al 2019 (in cui pesavano per il 59%).

Ma anche la cultura e gli spettacoli non sono stati da meno: oltre 100mila gli spettatori che hanno partecipato ai 48 eventi finanziati direttamente da Regione Liguria, a cui però vanno aggiunte le centinaia di appuntamenti culturali patrocinati e svolti nei vari comuni, ben oltre i 500 preventivati. Eventi di successo in Liguria ma anche fuori, come il Music Ballet Festival di Nervi o le oltre 50mila presenze di Palazzo Ducale di Genova e la coproduzione de le "Coefore ed Eumendi" del Teatro Nazionale di Genova al teatro di Siracusa.

A questo Restart del turismo in Liguria hanno giovato certamente il film “Luca” di Disney-Pixar, del regista genovese Enrico Casarosa che rappresenta una Liguria solare, perfetta per le vacanze e la campagna estiva di Regione Liguria in Tv che hanno totalizzato 81 milioni di spettatori in due settimane.