Sestri Levante è tra le dieci città selezionate per fare la capitale della cultura nel 2024

Sestri Levante, l'incantevole città della Baia del Silenzio e della Baia delle Favole, luogo d’arte e di cultura amato da molti artisti, fra tutti Hans Christian Andersen, cui la è stato intitolato un importante Premio letterario, è tra le dieci finaliste in corsa per l'assegnazione della Capitale italiana della Cultura 2024.

Assieme alla città, potrebbe essere tutto il comprensorio del Tigullio ad essere, nel 2024, il baricentro di eventi, mostre, iniziative ed appuntamenti dedicati alla cultura, come è accaduto a Cagliari, Lecce, Perugia, Ravenna e Siena nel 2015; Mantova nel 2016; Pistoia nel 2017, Palermo nel 2018, Parma nel 2020 e nel 2021 e a Procida nel 2022.

Se Sestri Levante significa favole, bellezza e sogni, il Tigullio richiama subito alla mente il gusto, lo stile di vita e gli stupendi scenari naturali: la nomina a Capitale italiana della Cultura può significare molto per il rilancio del "brand" turistico Tigullio nel mondo.

Le altre città finaliste sono Ascoli Piceno, Chioggia (VE), Grosseto, Mesagne (BR), Pesaro, Siracusa, Unione dei Comuni Paestum-Alto Cilento (SA), Viareggio e Vicenza.
La selezione avverrà il prossimo 3 e 4 marzo da parte della giuria presieduta da Silvia Calandrelli che dovrà poi indicare la candidatura più idonea al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini.